Totti seduce l'Ariston, Robbie Williams seduce Maria. Ecco i tre bocciati

Totti seduce l'Ariston, Robbie Williams seduce Maria. Ecco i tre bocciati
di dall'inviata Cinzia Marongiu

Si parte col sorriso di chi ha già portato a casa un risultato eccellente: erano 12 anni che la prima serata del Festival non superava il fatidico 50% di share. C'è ruscita la super-coppia formata da Carlo Conti e Maria de Filippi. Fare meglio sarà difficile ma di sicuro ci si può provare con molta serenità nel cuore. Noi seguiremo anche stasera il Festival minuto per minuto qui dalla sala stampa del teatro Ariston, dove centinaia di giornalisti si "trasferiscono" per una settimana, armati di computer e pass, quest'anno grandi come lenzuola per renderli immediatamente visibili ai tanti addetti alla sicurezza di questo Festival blindatissimo.

Stasera qui in sala stampa siamo armati anche di votatore, una sorta di piccolo telecomando con 12 tasti. A votare siamo in 140 giornalisti. Una responsabilità non da poco che i signori della Ipsos ci fanno sentire ancora di più a suon di prove sul perfetto funzionamento del piccolo telecomando. "Ora digitate i codici", ci dice il signor Ipsos. "Vedete scritto ok sul desplay? Dai, riproviamo. Dovete essere veloci" e via a digitare codici, mentre voi guardate "Prima Festival" con Fedrico Russo. Ma ormai mancano pochi minuti.

20:50 Il Festival parte a razzo: Carlo Conti ringrazia per l'affetto e presenta le quattro Nuove Proposte in gara: Marianne Mirage (già vista all'edicolFiore), Francesco Guasti, Braschi e Leonardo La Macchia. Due di loro andranno a casa e lo sapranno tra pochi minuti. Ora si esibiscono, uno dopo l'altro. Noi giornalisti siamo pronti col dito sul votatore. Una manciata di minuti ed ecco i primi verdetti: Braschi e Marianne Mirage vanno a casa. Conti li consola: "Non mollate".

Alle 21:21 dal fondo del teatro Ariston sbuca Maria De Filippi. Festeggiatissima, in completo pantalone, distribuisce il suo gadget porta-fortuna di questo Festival, un portachiavi con un piccolo e sorridente Carlo Conti. Così si era presentata anche qualche giorno fa in sala stampa suscitando la bagarre tra tutti i giornalisti che naturalmente si volevano portare a casa l'amuleto.  Inizia la gara dei big. la prima a sciogliere è il ghiaccio è Bianca Atzei, voce potentissima in un fisico minuto. Proprio ieri mi ha coonfesato: "I miei colleghi hanno paura di esibirsi per primi. Io invece preferisco. Non vedo l'ora di cantare". Bianca canta l'amore pensando al suo rombante fidanzato Max Biaggi: "Questa canzone è la nostra storia". Poi tocca "all'Uomo volante" Marco Masini, un veterano del Festival che ha vinto sia tra i Giovani sia tra i Big. Per lui, 10 chili in meno, barba, occhiali e tanta voglia di scoprire come le cose sarebbero potute andare a finire se tutto fosse "Spostato di un secondo", come recita il titolo della sua canzone. 

21:40 arriva Totti e fa Totti. Alle scherzose domande di Carlo Conti sui 14 goal rifilati in carriera alla sua Fiorentina, risponde semplicemente che li ha fatti. Poi, anche lui, come ieri Raoul Bova gioca a fare il presentatore e presenta Nesli e Alice Paba. Dopo di loro, un figlio di "Amici" Sergio Big Boy Sylvestre, voce soul, applauditissimo in sala canta "Con te". ma il palco dell'Ariston non è solo per cantanti e personaggi famosi. 

22:00 Commozione e risate - Gigi D'Alessio fa commuovere cantando della madre scomparsa che lui cerca come "la prima stella" e in sala stampa in tanti lo applaudono. Poi tocca a Maurizio Crozza: "Per governare il Paese non avreste nemmeno bisogno del premio di Maggioranza. Vi ha già chiamato Mattarella per darvi l'incarico? No? Bene, rimedio io?". E in un attimo si trasforma nel presidente della Repubblica: "Questa mattina ho sciolto le Camere, Gentiloni non l'ho avvisato. Per i ministri fate voi, meglio padoan, anche clementino anche se non so chi minchia sia. Suggerisco solo come ministro degli Esteri Albano ma Alfano. Cambia la consonante ma raddoppia la onoscenza dell'inglese". Cari Maria e Carlo ieri sera mezza Italia vi ha guardato, e l'altra mezza ha passato una bellissima serata!". Poi fa un appello agli italiani: "Siamo tutti vecchi, non nascono più bambini. Perfino Totti continuano a chiamarlo il Pupone. Italiani fate figli. Ma come si fa a fare figli in un paese dove ci sono più sushi bar che asili?". Croza gela Conti pronunciando il nome di "Bonolis" come suo successore alla conduzione del Festival. Con "Il diario degli errori" tocca a un altro figlio dei talent, Michele Bravi, già vincitore di X-Factor.

22:30 è Totti-show - Il campione della Roma torna sul palco e scherza a lungo con i due conduttori. Poi autografa e calcia, verso platea e galleria, una decina di palloni. Immediata la caccia all'accaparramento.  Inizia un'intervista paradossale con Conti e De Filippi: Ti ricordi il film Proposta indecente? Accetteresti la proposta di un milionario di passare una notte con la donna della tua vita? ha chiesto la De Filippi "Non accetto perché sono troppo geloso dei miei valori". Se un giorno scopri che tuo figlio Cristian ha una maglia della Lazio che fai? "Se ha fatto questa scelta lo rispetto, ma è impossibile". Per fare vincere lo scudetto della Roma accetteresti di cantare l'inno di un'altra squadra? "Certo, lo farei", risponde, ma poi si rifiuta di cantare l'inno della Fiorentina. "Chi me lo assicura che vinco lo scudetto?", si giustifica. Se becchi una vecchietta che ti riga la macchina nuova che fai? "Signora continui, così la
macchina è tutta uguale", la replica. Totti indica la sua canzone preferita del Festival, "Povia, il piccione". Risate generali. Canta Paola Turci con "Fatti bella per te".

 Alle 22:48 il palco è di Robbie Williams, 70 milioni di dischi venduti, ex Take That, ribelle e geniale. Canta "Love my life". "È la più bella dichiarazione d'amore ai propri figli che abbia mai letto", gli dice Maria. E poi facendo riferimento alla tradizione che vuole che Robbie baci una ragazza scelta dal pubblico lo invita ad andare in platea. Lui ivece si gira verso di lei e la bacia sulla bocca. Maria ci resta di sale. Conti scherza, al ritorno sl palco dopo la pausa pubblicitaria, e finge una telefonata per tranquillizzare Maurizio Costanzo. Maria ci pensa da sola: "Era un bacio sulle labbra e non in bocca. Anche perché ci avrebbe trovato una caramella".

23:00 Francesco Gabbani fa ballare tutti con "Occidentali's karma". Poi tocca a un'altra attesissima super ospite: Giorgia. Canta "Vanità" e saluta Pippo Baudo. Ma è con la successione di "E poi", "Come Saprei" e "Di sole e d'azzurro" che stende l'Ariston e chiunque abbia un cuore. La lezione di canto finisce con una standing ovation. E davvero non ce n'è per nessuno. Dopo di lei, si esibisce Michele Zarrillo con "Mani nelle mani".

23:30 scende le scale un altro bellissimo: si tratta della star americana Keanu Reeves. Maria lo intervista. L'eroe di "Matrix" racconta di sè e della sua passione per le moto. Poi attacca a suonare il basso e all'Ariston si battono le mani a tempo. Keanu ci sa fare anche con la musica. Chiara è la penultima Big a esibirsi: in "Nessun posto è casa mia" si sente la cura Mauro Pagani. La voce è quella limpida di sempre, il garbo e l'arrangiamento fanno la differenza. Gli ultimi ad esibirsi invece sono Raige e Giulia Luzi, lui rapper, lei attrice e cantante pop. Cantano "Togliamoci la voglia" e la voglia in questione è proprio quella. Inatnto noi in sala stampa abbiamo di nuovo il signor Ipsos che ci avvisa che è arrivato il momento di votare le nostre tre canzoni preferite: fatto! Ma non posso dirvi quali sono le mie tre preferite di stasera.

00:03 fa il suo ingresso un inedito trio comico: Flavio Insinna, Gabriele Cirilli e Enrico Brignano. E prendono subito di mira il trio tscano composto da Conti, Panariello e Pieraccioni. Parte Insinna: "'A Carlo, lo sai che ce famo noi coi toscani? Ce li fumiamo. Adesso arriviamo noi romani!". Dopo varie gag, cantano "tre somari e tre briganti", "Sentimental", "Un bacio a mezzanotte". Arriva anche il gruppo alternative rock scozzese dei Biffy Clyro. Nel frattempo in sala stampa è arrivato Rocco Tanica e sta preparando il suo collegamento. C'è una mascotte d'eccezione con lui ma ci prega di non twittarla.

00:46 è il momento dei verdetti: in sala stampa si applaude o si urla di disperazione per ogni nome. Nel purgatorio degli ultimi tre di stasera ci finiscono Bianca Atzeie i due duetti, quello composto da Nesli e Alice Paba e quello di Raige e Giulia Luzi.

di dall'inviata Cinzia Marongiu