Impazza il FantaSanremo, il gioco del Festival dove si paga in "Baudi". Attenzione a capezzoli e dentiere

Un vero fenomeno che impazza sui social con i bus e i malus più folli: +10 a chi mostra un capezzolo, -30 all'inciampo sulle scale. E il decano del Festival se la ride orgoglioso: "È la cosa più strana che mi sia capitata nella vita"

Si chiama FantaSanremo e nasce sulla falsariga del FantaCalcio. Da mesi impazza sui social fino a determinare un vero boom: ben 125 mila le squadre già iscritte, quasi il triplo di quelle dell'anno scorso che erano 50 mila. Ma in che cosa consiste il gioco del Festival? Intanto la moneta è il "Baudo". Con 100 Baudi ogni giocatore può acquistare 5 degli artisti in gara. 100 baudi, 5 artisti, un capitano è lo slogan. E la valuta non poteva che essere intitolata a lui, Pippo Baudo, recordman del Festival insuperabile con ben 13 edizioni da conduttore. Al momento le FantaQuotazioni vedono in testa Mahmood e Blanco quotati 35 Baudi, ma li segue a stretto guiro Achille Lauro con 32 Baudi. Anche Elisa va forte con 28 Baudi, mentre Emma e Irama inseguono con 25 Baudi. Fanalini di coda con appena 14 Baudi i giovani Matteo Romano, Yuman e la regina delle vittorie sanremesi Iva Zanicchi. Ma ovviamente è ancora tutto da vedere. Le quotazioni oscilleranno non poco appena il Festival avrà inizio. Anche perché ogni artista in gara potrà ricevere dei bonus e dei malus a seconda di ciò che combinerà sul palco dell'Ariston.

Ma prima di vedere nel dettaglio il regolamento bisogna registrare un successo insperato che il fantaSanremo sta riscontrando anche tra gli artisti in gara: Michele Bravi, ad esempio, si è iscritto e sta cercando di convincere anche tutti gli artisti in gara a seguirlo: con loro vorrebbe formare una Lega. Inutile dire che tra gli appassionat del gioco è già un eroe.

In quanto a Pippo Baudo, interpellato dall'Adnkronos, il fatto di essere diventato addirittura una moneta lo diverte e inorgoglisce non poco: "Diventare carta moneta non è male. Questa è forse la cosa più strana che mi sia capitata. Ma è una bella soddisfazione. Vuol dire che qualcosa ho seminato anche tra le nuove generazioni di appassionati del festival".

Ed eccoci al regolamento. I bonus e i malus sono ovviamente a tema sanremese: ogni gesto di un artista può avere un peso nel FantaSanremo. Un capezzolo esibito ad esempio vale +10, mentre il tatuaggio in zone pubiche in bella vista ne vale +20. Superbonus da 50 punti per l'artista che dice espressamente la parola "Papalina" sul palco dell’Ariston.

Non meno fantasiosi i malus: -30 punti per un inciampo sulla scala dell'Ariston, -50 per una caduta sulla scala , -10 per il cantante che dimentica parole del testo della propria canzone in gara facendo scena muta o farfugliando per qualche secondo, -10 per l'utilizzo dell’autotune, -25 per "caduta o spostamento vistoso della dentiera" dell'artista, -30 per la "caduta del parrucchino o spostamento del riporto", -25 punti per l’artista che sputa volontariamente sul palco, -30 punti per l'artista che riceve fischi chiaramente udibili di disapprovazione del pubblico dell’Ariston. Naturalmente, vince chi, terminata l’ultima puntata di Sanremo, ha totalizzato il maggior numero di punti. C'è tempo per iscriversi fino al 31 gennaio.