Cosa vincono i vincitori del festival di Sanremo? Quando Eros si portò a casa un cavallo

Vincere il Festival di Sanremo per tanti artisti è un sogno che vale una vita. Un sogno appena realizzato da Mahmood e dal giovanissimo Blanco che nei prossimi giorni compirà 19 anni. Ma che cosa vincono i vincitori di Sanremo? Sembrerà strano e magari deludente, ma non c’è nessun premio in denaro né un contratto discografico. Quello che portano a casa Mahmood e Blanco è il trofeo dorato che gli abbiamo visto innalzare al cielo subito dopo la proclamazione, con il leone che si arrampica sulla palma. Trofeo a parte, il prestigio è immenso e l’onda mediatica ha una risacca molto lunga in termini di apparizioni televisive e di impatto radiofonico: la canzone vincitrice del Festival ha lunga vita assicurata dal tam tam sull’air play e sulle piattaforme di streaming.

In più, e questo è davvero un premio notevole, chi vince Sanremo partecipa di diritto all’Eurovision Song Contest che quest’anno, grazie alla vittoria dei Maneskin, si tiene a Torino dal 10 al 14 maggio. E quindi permetterà a Mahmood e Blanco di “giocare in casa”.

Nel passato, comunque, a Sanremo non si vinceva solo il trofeo. Nel 1986, quando Eros Ramazzotti vinse il festival, ad esempio, si portò a casa anche un bellissimo cavallo. Allora, il concorso infatti era abbinato alle schedine del Totip ed era quello il premio per il primo e per il secondo classificato.