Tff: Adriano Panatta/Gassmann, mattatore a Torino

Tff: Adriano Panatta/Gassmann, mattatore a Torino
di Ansa

(ANSA) - TORINO, 28 NOV - UNA SQUADRA, esordio alla regia di Domenico Procacci, ovvero un bel pezzo di storia italiana raccontata con le racchette in mano, quelle di Adriano Panatta, Corrado Barazzutti, Paolo Bertolucci, Tonino Zugarelli e Nicola Pietrangeli. E tutto questo anche con un po' di involontaria cattiveria alla Dino Risi nel raccontare la storia di un doppio tennistico tra nature diverse: quello esuberante e festaiolo di Panatta e Bertolucci e quello più tranquillo di Barazzutti e Zugarelli. Dice a un certo punto in UNA SQUADRA Panatta, quasi a giustificarsi: "Che colpa avevamo noi se Barazzutti e Zugarelli erano già sposati a 21 anni e la sera se ne andavano a casa?". Tra queste due coppie - proprio come in conferenza stampa oggi al Torino Film Festival dove è stato presentato del materiale grezzo della docu serie a maggio su Sky - c'era, come a moderare, il direttore tecnico Nicola Pietrangeli. Procacci poi, rimarcando le differenze del quartetto, ha spiegato come i protagonisti del suo documentario si possono facilmente identificare in veri e propri attori: "Panatta - dice - potrebbe essere un Gassmann, Bertolucci un Tognazzi, Zugarelli un Manfredi, Barazzutti un Satta Flores e, infine, Pietrangeli un Fabrizi". Che si vede in UNA SQUADRA? Si vedono, attraverso le sole parole dei protagonisti e nessuna voce fuori campo, non solo la tanto problematica e contestata Coppa Davis in Cile che smosse tutta la politica italiana, ma anche quegli anni dal 1976 al 1980 in cui questo team irripetibile andò per quattro volte in finale in Coppa Davis vincendo appunto solo una volta: nel '76 in Cile. (ANSA).