Tiscali.it
SEGUICI

Sanremo fa il botto, ma è polemica sul televoto. E con Israele. L'ombra dell'annullamento

Nonostante i risultati positivissimi dell'auditel, il post-Sanremo è oscurato da una controversia accesa riguardante il sistema di televoto e non solo

TiscaliNews   
Sanremo fa il botto, ma è polemica sul televoto. E con Israele. L'ombra dell'annullamento

E' il giorno delle celebrazioni, ma anche delle polemiche. Nonostante i risultati positivissimi dell'auditel, il post-Sanremo è oscurato da una controversia accesa riguardante il sistema di televoto. Ciò che rende questa polemica un po' diversa dalle precedenti è che, durante la serata delle cover, tutti i fischi sono stati per Geolier, il rapper napoletano che con il suo 60% di preferenze avrebbe potuto vincere a mani basse. Ma così non è stato dato che Angelina Mango ha avuto la meglio con un punteggio finale del 40,3%, grazie a un'inversione di tendenza dell'ultimo minuto nei voti provenienti dalla sala stampa e dalle radio, conquistando così la tanto agognata vittoria della kermesse.

I problemi tecnici e le dichiarazioni contradditorie

Oltre alle critiche sul sistema delle votazioni, il vero problema sono state le preoccupanti anomalie che sono emerse durante la serata nel sistema di televoto. Gli artisti in gara avevano segnalato problemi tecnici, confermati successivamente dalla Rai con dichiarazioni contraddittorie: "Il televoto sta funzionando regolarmente: abbiamo parlato con i referenti di Telecom presenti qui e con i notai. C'è una valanga di voti che vengono regolarmente acquisiti, ma non arriva il messaggio di conferma. Data la mole di preferenze, Telecom ha dato priorità all'acquisizione dei voti stessi. Lo hanno confermato i notai e i referenti di Telecom presenti".

L'ombra dell'annullamento: e se fosse stato alterato il risultato?

Il fatto ha fatto storcere il naso ai telespettatori ed è stato sufficiente per mettere in allarme il Codacons, che ha prontamente riferito all'Adnkronos di aver monitorato da vicino la situazione, "raccogliendo le segnalazioni dei telespettatori che hanno speso soldi per votare il proprio artista preferito al festival di Sanremo 2024". "Eventuali problemi tecnici", ha aggiunto l'associazione dei consumatori, "e anomalie durante la raccolta dei voti del pubblico potrebbero infatti alterare l'esito della gara e falsare la classifica finale del festival. Per questo motivo, attendiamo gli accertamenti del caso e chiarimenti da parte dei soggetti responsabili, a cominciare da Rai e dalle società telefoniche. Se saranno confermati disservizi o irregolarità, siamo pronti a chiedere alle autorità competenti l'annullamento dell'intera classifica finale di Sanremo 2024". 

L'ambasciatore di Israele: "Vergognoso, Sanremo sfruttato per diffondere odio"

Vincitori, televoto ma non solo. Nell'ultima ora a contestare il festival in maniera piuttosto forte e con chiaro riferimento Ghali ( ha dichiarato sul palco: "Stop al genocidio", ndr) è anche l’ambasciatore d’Israele in Italia. Con un post su X (l’ex Twitter) Alon Bar si scaglia contro l’edizione appena conclusa di Sanremo. "Ritengo vergognoso che il palco del Festival sia stato sfruttato per diffondere odio e provocazioni in modo superficiale e irresponsabile. Nella strage del 7 ottobre, tra le 1200 vittime, c’erano oltre 360 giovani trucidati e violentati nel corso del Nova Music Festival. Altri 40 di loro, sono stati rapiti e si trovano ancora nelle mani dei terroristi”: scrive il capo dell’Ambasciata israeliana a Roma. Che poi conclude: "Il Festival di Sanremo avrebbe potuto esprimere loro solidarietà. È un peccato che questo non sia accaduto". 

Interviene la politica, Gasparri: "La Rai si scusi"

"Leggo con tristezza l'intervento sui social dell'ambasciatore di Israele in Italia, Alon Bar, che giustamente depreca alcune affermazioni fatte al festival di Sanremo, che secondo lui sono servite 'a diffondere odio e provocazioni in modo superficiale e irresponsabile'. L'ambasciatore ricorda che 'nella strage del 7 ottobre tra le 1200 vittime c'erano oltre 360 giovani trucidati e violentati nel corso di un evento musicalè. La Rai ha perso un'altra occasione, commenta dichiara Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia e componente della commissione di Vigilanza Rai. Spero che i vertici dell'azienda si scusino con le autorità di Israele ed attuino interventi riparatori, tenuto conto delle giuste proteste dell'ambasciatore di Israele. La Rai non può vivere fuori dalla realtà. Rinnovo la mia solidarietà all'ambasciatore Bar ed al popolo di Israele che il 7 ottobre ha subito un'aggressione paragonabile alle persecuzioni della Shoah".

TiscaliNews   
Speciale Sanremo 2024
I più recenti
Amadeus dopo cinque anni da record di ascolti saluta Sanremo (Ansa)
Amadeus dopo cinque anni da record di ascolti saluta Sanremo (Ansa)
Sanremo, polemiche sul voto: la vittoria contestata e la classifica alternativa. Che vede in testa...
Sanremo, polemiche sul voto: la vittoria contestata e la classifica alternativa. Che vede in testa...
Sala stampa sotto accusa: un avvocato di Napoli contro i giornalisti: Il loro voto fa discriminazione
Sala stampa sotto accusa: un avvocato di Napoli contro i giornalisti: Il loro voto fa discriminazione
Angelina Mango e Geolier zittiscono veleni, sospetti e polemiche. La lezione di due ventenni agli...
Angelina Mango e Geolier zittiscono veleni, sospetti e polemiche. La lezione di due ventenni agli...
Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...