Tiscali.it
SEGUICI

Ryan Gosling, arti marziali e sudore per The Gray Man

di Ansa   
Ryan Gosling, arti marziali e sudore per The Gray Man

(ANSA) - ROMA, 13 LUG - "Tanto training per questo film e una squadra di stunt-men incredibile. Ho attraversato tutti i diversi stili di arti marziali e poi ho avuto come consulente un membro della Delta Force. Ho avuto consigli incredibili: se hai intenzione di andare a dormire, lega il laccio delle scarpe alla porta così se qualcuno entra lo saprai. È stato facile, insomma, immedesimarsi in Six perché è un eroe analogico in un mondo digitale". Così Ryan Gosling nel junket internazionale parla del suo personaggio in THE GRAY MAN di Anthony e Joe Russo, gli stessi registi di AVENGERS: ENDGAME, in sala dal 13 luglioi per poi approdare su Netflix il 22 luglio. Un po' James Bond e un po' Fast and Furious, l'aggettivo che suscita questo action movie è 'esagerato'.

THE GRAY MAN è infatti esagerato nel costo - con un budget di 200 milioni di dollari è il film Netflix più costoso di sempre - esagerato nelle location, si va dallo Château de Chantilly in Francia a Los Angeles, dalla Repubblica Ceca alla Thailandia, dall'Austria e l'Azerbaigian ed è, infine, esageratissimo nelle scene d'azione che coprono circa tre quarti del film. Il tutto immaginato poi come un'avventura globale con tanto di spie, esplosioni, armi da fuoco, cadute da aerei e rappresentato con iper-realismo, iper-violenza, iper-rumore e con i villain più cattivi di sempre. Basato sull'omonimo romanzo del 2009 di Mark Greaney (Newton Compton), il film è pubblicizzato come il primo di un franchise su cui Netflix punta molto. E si vede. Questa la storia. Court Gentry (Ryan Gosling), detto anche Sierra Six, è un agente della Cia sotto copertura che fa parte di quella maledetta zona grigia che fa il lavoro sporco e non compare. Prelevato da un penitenziario federale e assoldato dall'ex supervisore Donald Fitzroy (Billy Bob Thornton), Court Gentry era un tempo un sicario. Ora diventa invece l'obiettivo di una caccia internazionale lanciata da Lloyd Hansen (Chris Evans), ex collega della Cia del tutto psicopatico che mette una taglia sulla sua testa, innescando una caccia all'uomo a cui partecipano i più feroci assassini di tutto il mondo. Dalla parte di Gentry per fortuna c'è però l'agente Dani Miranda (Ana de Armas). (ANSA). .

di Ansa   
Speciale Sanremo 2024

I più recenti

Da Cavalli il marmo è il nuovo animalier
Da Cavalli il marmo è il nuovo animalier
Barbie resta in corsa ai premi Wga degli sceneggiatori
Barbie resta in corsa ai premi Wga degli sceneggiatori
Diesel, lo show è una videochiamata in diretta
Diesel, lo show è una videochiamata in diretta
Husky alla fashion week, cashmere per un nuovo lifestyle
Husky alla fashion week, cashmere per un nuovo lifestyle

Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...