Paris Jackson, la mia infanzia non solo privilegi e sfarzo

Paris Jackson, la mia infanzia non solo privilegi e sfarzo
di Ansa

(ANSA) - NEW YORK, 31 MAR - "La mia infanzia non è stata solo sfarzo e privilegi". Paris Jackson, figlia di Michael Jackson, attrice, modella e cantante conversando con Naomi Campbell nell'ambito della serie di YouTube 'No Filter', ha svelato i retroscena di ciò che ha significato crescere come figlia del re del pop. La 22enne non ha negato di avere avuto un'infanzia da privilegiata ma ha anche spiegato che il padre l'ha tenuta con i piedi per terra e le ha insegnato forti principi di etica del lavoro. "Mio padre - ha detto - ha fatto un buon lavoro nell'assicurarsi che avessimo una cultura, che fossimo istruiti. Non solo fasto e glamour e hotel a cinque stelle". Ha aggiunto che hanno visitato anche paesi del Terzo Mondo per vedere l'altra parte della realtà. Paris ha spiegato inoltre che da bambina ha dovuto guadagnarsi ciò che voleva. "Se volevamo (lei e i fratelli, ndr) cinque giocattoli di FAO Schwarz o Toys 'R' Us - ha detto - dovevamo leggere cinque libri. Dovevamo guadagnarci le cose senza sentirci in diritto di averle o prenderle". Quando Jackson è morto nel 2009, Paris aveva solo undici anni. Ha un fratello, Prince (Michael Joseph Jackson, Jr), 24 anni, e un fratellastro, Prince Michael 'Blanket' Jackson II di 19 anni. (ANSA).