Tiscali.it
SEGUICI

Virzì scatenato al cinema Ambrosio. La prima di "Ferie d'agosto" diventa un incubo: sfiorata la rissa

La proiezione del film è stata infatti funestata da una serie di problemi tecnici, culminati con l'abbandono della sala da parte di Virzì

TiscaliNews   

La presentazione torinese di "Un altro Ferragosto", l'atteso film di Paolo Virzì (sequel di 'Ferie d'agosto'), si è trasformata in un vero e proprio incubo per il regista. E non solo. La proiezione del film è stata infatti funestata da una serie di problemi tecnici, culminati con l'abbandono della sala da parte di Virzì e l'invito agli spettatori a chiedere il rimborso del biglietto.

Volume impazzito e schermo sporco

Secondo quanto riportato da diverse fonti, il primo tempo del film sarebbe stato proiettato con un volume audio eccessivamente alto, mentre nel secondo tempo lo schermo sarebbe risultato sporco, con evidenti macchie che ne compromettevano la visione.

Virzì furioso: "Rimborsate i biglietti!"

Di fronte a tali disagi, Virzì non ha trattenuto la sua rabbia: "Credo che abbiate diritto al rimborso del biglietto. Magari lo vengo a ripresentare un'altra volta, perchè sono stupito che a Torino possano proiettare in modo così scadente. Scusate davvero tanto. Non è il mio film. Il Cinema Ambrosio era un cinema bellissimo, non so cosa sia successo".

Proiezione annullata e locandina vandalizzata

Non contento, il regista ha poi preso un pennarello e ha scritto sulla locandina del film all'ingresso del cinema: "PROIEZIONE ANNULLATA. Scusate tanto. Evitate di vederlo qui".

Querela in vista

La vicenda potrebbe ora avere strascichi legali. L'esercente del cinema, Sergio Troiano, ha infatti dichiarato che ha intenzione di querelare Virzì: "Ora se ne occuperanno i miei legali. Da noi "Un Altro Ferragosto" non è più in programmazione in quanto Virzì ha invitato la casa di produzione 01 a togliermi il film. E ancora: "Lo denuncerò per diffamazione. Lui non ha visto il film, è entrato gli ultimi cinque minuti e ha sclerato”. Come riportato da La Repubblica, il gestore ha ipotizzato una ragione per il comportamento del regista: “Forse il suo film sta andando male”. 

Un Ferragosto davvero da dimenticare per Virzì e per gli spettatori torinesi, che si sono visti rovinare la visione di un film atteso. La querela annunciata da Troiano aggiunge un ulteriore capitolo a questa vicenda che, a distanza di giorni, fa ancora discutere.

TiscaliNews   
Speciale Sanremo 2024

I più recenti

La reporter Jessie e, a destra, verso la scena finale di Civil War (immagini del film)
La reporter Jessie e, a destra, verso la scena finale di Civil War (immagini del film)
Hugh Grant accetta un enorme risarcimento da The Sun ma avverte: Non starò zitto
Hugh Grant accetta un enorme risarcimento da The Sun ma avverte: Non starò zitto
Bruce Robinson: Zeffirelli disgustoso e sadico. Mi molestò mentre facevo la doccia. Il racconto shock
Bruce Robinson: Zeffirelli disgustoso e sadico. Mi molestò mentre facevo la doccia. Il racconto shock
Da sinistra: Annamaria Vartolomei in Maria, Brando e la Schneider in Ultimo Tango e Bernardo Bertolucci (Ansa)
Da sinistra: Annamaria Vartolomei in Maria, Brando e la Schneider in Ultimo Tango e Bernardo Bertolucci (Ansa)

Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...