Tiscali.it
SEGUICI

Mahmood: "Ero quello grasso e miope, preso in giro da piccolo. Torno a Sanremo coi Tenores di Bitti"

Il brano in gara si intitola "Tuta gold" ed è nel nuovo album "Nei letti degli altri". Il due volte vincitore si svela e porta appresso le sue radici

Cristiano Sanna Martinidi Cristiano Sanna Martini   

Prima i Soldi poi i Brividi. Due colpi due centri, prima come miglior promessa di Sanremo Giovani arrivata a vincere travolgendo i Big nel 2019, poi in coppia con Blanco tre anni dopo. Ora Alessandro Mahmood torna sul palco dell'Ariston con Tuta Gold che lancia il suo nuovo album Nei letti degli altri e il tour estivo anticipato ad aprile dalle date di un giro di concerti in altri Paesi europei. Un anno e mezzo di lavoro a Nei letti degli altri che, come dice alla presentazione del lavoro, lo ha profondamente cambiato aiutandolo ad aprirsi agli altri e al mondo. Dentro ci sono ferite antiche, però.

Quello "sbagliato" cresciuo col bisogno di essere amato

Mahmood era quello mezzo straniero, quello con un pessimo rapporto col padre egiziano (la mamma è sarda si Orosei), il bambino timido e un po' troppo "ciccio", poi l'adolescente con occhiali, che non sapeva bene come trovare il suo posto nel mondo e che veniva bullizzato e preso in giro. Fame d'amore, da sempre, una natura diffidente e fragile. Ma poi la musica, quella che ora lo ha reso Mahmood, nome d'arte che nasce dalla fusione del suo cognome paterno Mahmoud e la dicitura inglese my mood, cioè "come mi sento interiormente". Il canto, il rap, i suoni, educati anche dalle lezioni di canto con Gianluca Valenti, di teoria e solfeggio con Cristina Rampini e l'affinamento come interprete sotto la guida di Manuel Gervason. Poi il Cpm di Milano, fondato da Franco Mussida, chitarrista della Pfm, e l'incontro con Andrea Rodini, suo primo manager. Niente avviene per caso e l'affinamento nella preparazione non è un caso, così da mettere le origini "street" di Mahmood a contatto con il mestiere del fare musica.

A Sanremo con i Tenores di Bitti

Nei letti degli altri non è un titolo casuale come ha spiegato Mahmood alla stampa: è un album intimo e "il letto è il posto in cui si dorme, si sogna, ma si rimane anche svegli a pensare, soffrire, amare, leggere, osservare, e il tempo assume varie velocità. Nei confini del letto ci si confronta con se stessi e si esplorano i rapporti umani". In poche parole, si trova la propria casa. Così si torna a Sanremo e Mahmood ci torna portandosi appresso le radici sarde. Duetterà reinterpretando Come è profondo il mare di Lucio Dalla e avrà con sé i Tenores di Bitti. Quartetto corale che testimonia una delle forme musicali più antiche del mondo, che lasciarono a bocca aperta Frank Zappa e portarono Peter Gabriel a registrarli fra le vie, le pietre, i paesaggi di Bitti, centro del nuorese sardo, racchiudendo quei canti in un album della prestigiosa serie Real World. Per Mahmood è il confronto con la parte più profonda di sé. 

 

 

Cristiano Sanna Martinidi Cristiano Sanna Martini   
Speciale Sanremo 2024

I più recenti

Amadeus dopo cinque anni da record di ascolti saluta Sanremo (Ansa)
Amadeus dopo cinque anni da record di ascolti saluta Sanremo (Ansa)
Sanremo, polemiche sul voto: la vittoria contestata e la classifica alternativa. Che vede in testa la Bertè
Sanremo, polemiche sul voto: la vittoria contestata e la classifica alternativa. Che vede in testa la Bertè
Sala stampa sotto accusa: un avvocato di Napoli contro i giornalisti: Il loro voto fa discriminazione
Sala stampa sotto accusa: un avvocato di Napoli contro i giornalisti: Il loro voto fa discriminazione
Angelina Mango e Geolier zittiscono veleni, sospetti e polemiche. La lezione di due ventenni agli adulti
Angelina Mango e Geolier zittiscono veleni, sospetti e polemiche. La lezione di due ventenni agli adulti

Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...