Insinna, vince il gioco di squadra

Insinna, vince il gioco di squadra
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 21 SET - La parola che avrebbe scelto per l'ultima ghigliottina, la sfida finale de 'L'eredità', è pazienza. "Dentro questa parola c'è tutto - dice Flavio Insinna - c'e' affetto, amore, accoglienza, voglia di darti del tempo". Prendere in mano il format che era stato condotto da Carlo Conti ('il re di questa fascia oraria') e Fabrizio Frizzi (''un uomo che hai nel cuore per mille motivi umani e per mille successi televisivi'), morto a marzo del 2018, non è stato facile. "E' stato un viaggio emozionantissimo che mi ha tolto il sonno, ma noi ce l'abbiamo messa tutta - racconta adesso - e ora stiamo già studiando per la prossima edizione, anche se non posso rivelare nulla: dico solo che le novità saranno nella continuità perché le persone che seguono il programma, non mi piace la parola pubblico, preferisco il termine famiglia, amano quel marchio, quell'idea, quell'atmosfera".