Insinna e la 'sua' felicità, è successo

Insinna e la 'sua' felicità, è successo
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 4 GEN - Ironia, musica, gioco sulle piccole difficoltà quotidiane, ricordi ma anche temi importanti come femminicidio e guerre, poi, e soprattutto, l'interazione costante con il pubblico: questi gli ingredienti del successo per la 'Macchina della felicità' di Flavio Insinna, al teatro Sala Umberto di Roma, fino al 6 gennaio. Dal 21 dicembre, e dopo 16 repliche, quasi in 6mila hanno assistito allo spettacolo con un crescendo di pubblico fino ai sold out di fine dicembre, del capodanno, e anche per questi primi giorni del 2019, fino all'epifania compresa. Funziona bene la formula di invitare a esprimere pensieri sulla felicità all'entrata in sala. Un centinaio ogni sera le cartoline scritte di pugno dagli spettatori che poi il mattatore Insinna legge all'inizio dello spettacolo. "Non avrei mai pensato che le persone potessero fidarsi così tanto e giocare con noi in questa ricreazione fin dal primo minuto - ha detto Insinna - E la loro voglia di giocare insieme, di raccontarsi, esprimere i pensieri mi emoziona".