Gabbani, Il sudore ci appiccica è il mio tormentone

Gabbani, Il sudore ci appiccica è il mio tormentone
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 03 GIU - Dopo il successo di Viceversa presentato al festival di Sanremo, per Francesco Gabbani è tempo d'estate con il brano "Il sudore ci appiccica", estratto dall'ultimo album, in radio dal 5 giugno e già disponibile in digitale. Un brano "tutto da ballare" che si candida a tormentone 2020, in una stagione incerta come non mai, dopo la quarantena per il coronavirus. "E' una canzone divertente, uptempo - racconta il cantautore toscano -, ma, come ormai sono abituato a fare, anche le canzoni più allegre nascondono una doppia lettura. E così se da una parte c'è il sudore nel dolore e nella sofferenza, dall'altra c'è anche la speranza di tornare ad 'appiccicarci' dopo essere stati tanto lontani". Il coronavirus ha scombinato i piani di molti, compresi quelli di Gabbani, che, dopo Sanremo, avrebbe potuto raccogliere i frutti di un successo da 42 milioni di visualizzazioni su youtube (decisamente primo tra i Big, seguito da Elettra Lamborghini con 39 milioni e da Diodato con 35). "E invece sono in stand-by. L'unico appuntamento certo dal vivo era l'Arena di Verona l'8 ottobre. Non so ancora se riusciremo a farla". Non si tira indietro, però, davanti alla possibilità di fare concerti nei limiti concessi dalla legge: mille persone in spazi all'aperto, "Ci stiamo ragionando, non mi dispiacerebbe". (ANSA).