Angius dirige l'Orchestra del Comunale di Bologna

Angius dirige l'Orchestra del Comunale di Bologna
di Ansa

(ANSA) - BOLOGNA, 25 NOV - L'impegno biennale dell'Accademia Filarmonica di Bologna di commissionare un nuova brano a un compositore di oggi si concretizza domani, 26 novembre alle 20.30 all'Auditorium Manzoni, con la suite sinfonica "Erdbeben. Träume", scritta da Toshio Hosokawa nel 2020. La prima esecuzione assoluta è affidata all'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna e a uno specialista del repertorio novecentesco e contemporaneo come Marco Angius. Il compositore giapponese ha ricavato il brano (quattro movimenti e un breve intermezzo) da alcune scene salienti della sua opera in un atto Erdbeben, tratta a sua volta dalla novella ottocentesca Das Erdbeben von Chili ("Terremoto del Cile") di Heinrich von Kleist, rappresentata per la prima volta nel 2018 allo Staatstheater di Stoccarda. Cuore della vicenda è la tragica storia di due giovani amanti perseguitati e imprigionati per aver concepito un figlio senza il consenso del padre della donna e in un luogo sacro, poi liberati dal devastante terremoto di Santiago del Cile del 1647, e infine linciati dai Domenicani perché ritenuti responsabili dell'ira divina che ha scatenato il sisma. Il programma della serata, che fa parte della stagione sinfonica del Teatro Comunale, sarà completato con i Cinq Études-tableaux di Sergej Rachmaninov, nella trascrizione per grande orchestra di Ottorino Respighi, e con la Sinfonia N. 2 di Charles Ives. I cinque studi furono selezionati da Rachmaninov da due sue raccolte pianistiche, l'op. 33 e l'op. 39 su volontà di Serge Kusevickij, direttore della Boston Symphony Orchestra, che nel 1931 li diresse a Boston nella versione orchestrale. La Sinfonia di Ives, composta tra il 1897 e il 1902 e tenuta a battesimo da Leonard Bernstein alla Carnegie Hall di New York nel 1951, racconta le numerose anime dell'America, attingendo anche a melodie, canzoni, marce e canti del suo paese. Direttore musicale e artistico dell'Orchestra di Padova e del Veneto, Marco Angius è un musicista assai conosciuto a Bologna: torna sul podio dell'Orchestra del TCBO dopo aver diretto numerosi concerti e opere come Jakob Lenz di Rihm e Luci mie traditrici di Sciarrino. (ANSA).