A Fondazione Merz Zalone, Elio, Oliva

A Fondazione Merz Zalone, Elio, Oliva
di Ansa

(ANSA) - TORINO, 8 APR - Si intitola 'Scusi non capisco' ed è una rassegna pensata dalla Fondazione Merz per avvicinare il pubblico all'arte contemporanea coinvolgendo esperti, ma anche personaggi noti che di arte ne sanno ben poco, come Checco Zalone, che domani inaugura il cartellone. Accanto al Checco nazionale, dichiaratosi "ignorantissimo" in materia di arte, un esperto come Achille Bonito Oliva e il Quartetto Maurice. Il 12 aprile, sempre in Fondazione, si parlerà soprattutto di musica contemporanea, con Elio, leader del gruppo Elio e le Storie Tese, il pianista Roberto Prosseda e Luca Lombardi, una delle figure più importanti e meno convenzionali nel panorama della musica contemporanea. Terzo appuntamento il 18 aprile, con Guido Ceronetti, poeta, scrittore e filosofo, e Costantino D'Orazio, storico dell'arte, impegnati a parlare del 'bello' nelle arti visive, nella danza, nella musica e nel teatro. "Un modo per aiutare il pubblico a superare un certo smarrimento di fronte all'arte" spiega Beatrice Merz.