Van Halen: "Ho un tumore alla lingua, tutta colpa del plettro della chitarra"

Il fondatore del celebre gruppo, sta di nuovo male: il cancro alla lingua contro cui sta lottando da ormai quasi vent’anni si è manifestato con nuove metastasi

TiscaliNews

Eddie Van Halen, il fondatore del celebre gruppo, sta di nuovo male: il cancro alla lingua contro cui sta lottando da ormai quasi vent’anni si è manifestato con nuove metastasi obbligandolo a fare la spola tra gli Stati Uniti, dove vive, e la Germania, dove si sta curando. Come riferisce il sito Tmz, il chitarrista si è detto convinto che a causarglielo sia stato il plettro della sua chitarra che aveva l’abitudine di tenere sempre in bocca. 

Chiamati in causa il plettro e la sala di registrazione

Non sarebbe solo il plettro di metallo della chitarra che era solito tenere in bocca il colpevole della malattia. "Vivo praticamente in studio di registrazione, luogo pieno di energia elettromagnetica – ha detto ancora il cantante come riferisce Tmz – in più, fumavo e facevo uso di droghe. Ma i miei polmoni sono del tutto puliti. Questa è la mia teoria”. 

Nel 2002 era stato dichiarato guarito. Annullata la reunion

Tutto era iniziato nel 2000 quando, scoperta la malattia, Eddie Van Halen dovette sottoporsi ad un operazione che gli asportò un terzo del’organo. Poi nel 2002 era stato dichiarato guarito. Poi però, 5 anni fa alcune cellule tumorali avevano raggiunto la gola ma erano state "neutralizzate" in tempo. Ora, la scoperta di nuove metastasi a cui sarebbe legata anche la decisione di annullare la reunion del gruppo che doveva tenersi proprio ad ottobre.