[La storia] Dall'obesità alla 'fuga' all'estero fino alle nozze con Victor: la trasformazione di Tiziano Ferro

ll timido e obeso corista ancora sconosciuto che lottava contro la sua bulimia ha costruito una vita diversa fino al doppio matrimonio americano

Due date diverse scritte sulle fedi per Victor Allen e Tiziano Ferro
Due date diverse scritte sulle fedi per Victor Allen e Tiziano Ferro

Somiglio al mondo in tanti aspetti/E nei difetti più evidenti/Ho sbagliato troppe cose/Strade, sono entrato in poche chiese/E domani partirò. Lo cantava qualche anno fa in La tua vita non passerà e queste parole sembrano essere la riflessione che Tiziano Ferro fa con se stesso e il suo divenire. Tappa dopo tappa di una vita che era molto differente anni fa, quando Tiziano era 'solo' il corista dei Sottotono. Ragazzo timido e buono, sorvrappeso, che stava cercando ancora il suo posto nella vita. Il ragazzo di Latina che pesava Centoundici chili, e da lì il titolo del suo secondo album, sta ad anni luce di distanza dal 39enne artista pop di grande fama che ha appena spostato per la seconda volta il suo grande amore degli ultimi anni. 

Fianco a fianco con Victor

La notizia è arrivata all'improvviso nella sera di domenica: Tiziano Ferro e Victor Allen, 54enne losangelino consulente della Warner Bros e a sua volta titolare di un'agenzia di marketing. Solo 40 gli invitati nella villa di Sabaudia dove la stella pop italiana e il suo coniuge si sono detti sì. Tra i presenti, i genitori di Tiziano. Un sì doppio, perché Victor e Tiziano si erano già sposati in segreto lo scorso 25 giugno a Los Angeles. Da tempo Ferro aveva abbandonato il suo rifugio londinese, che aveva scelto da qualche anno per allontanarsi dalle pressioni e dagli eccessi italiani della notorietà per vivere in modo più leggero e anonimo e poter lavorare in tutta tranquillità ai nuovi brani musicali. Ma sono gli Usa la sua seconda casa, dove vive l'uomo di cui si è innamorato ricambiato, e con il quale ha confermato il matrimonio. 

I regali? Meglio un aiuto a persone e animali che soffrono

Durante questo secondo "sì", Tiziano Ferro ha ringraziato i genitori che hanno saputo capirlo e sostenerlo in tutti questi anni. Diverse le date sulle fedi dei due sposi: Allen ha scelto quella delle nozze italiane, Tiziano ha scolpita sulla sua fede quella del primo sì a L.A. Abito blu per entrambi, niente sfarzo e un pensiero a chi ha più bisogno. I regali di nozze sono stati devoluti a un centro di salvataggio di cani abbandonati e all'ospedale oncologico di Latina. Si chiude un cerchio importante per Tiziano Ferro. Cominciato vent'anni fa, quando era un ragazzo sovrappeso con problemi di bulimia che tornavano a tormentarlo alla fine di giornate in cui niente in lui era risolto né compiuto a livello personale. Lo disse apertamente: "Rosso relativo non è sul sesso ma sulla voglia di cibo che torna a tormentarti". Successo dopo successo, tappa dopo tappa, l'artista di Latina si è accettato, si è ritrovato. Non è una fiaba. E' una realtà. Ma ora c'è la forza per affrontarla godendosi i momenti felici. E a ben leggerli, i testi di Ferro sono diari di queste trasformazioni che lo hanno portato fino a dove sta ora. A sorridere a fianco a Victor in un corpo che finalmente sente appartenergli. I 40 anni si avvicinano. La prima metà è andata cercando la felicità, fino a sentirla a fianco a sé.  Ora comincia il secondo tempo.