Sette anni senza Pino Daniele e la nascita di "Quando" con dentro quel verso misterioso

Il cantautore si spegneva improvvisamente il 4 gennaio 2015. Quattordici anni prima scriveva il pezzo capolavoro, con testo rivisto in corsa

Sette anni senza Pino Daniele e la nascita di 'Quando' con dentro quel verso misterioso

Era il 4 gennaio 2015 quando Pino Daniele moriva, stroncato da un infarto. Ad aggravare il malore, la sua decisione di non aspettare l'ambulanza ma di farsi portare in auto verso il cardiologo di fiducia che era piuttosto distante da casa. Un vuoto incolmabile, perchè Pino ha rappresentato qualcosa di nuovo e di unico. Una fusione di sonorità mediterranee, jazz, partenopee, cubane e un modo di cantare la ribellione a certa terribile meridionalità da cartolina che a lui per primo dava la nausea. Ed è ancora negli occhi e nelle orecchie di tutti il Pino Daniele dei primi, irripetibili album, con la band di tutti napoletani (De Piscopo-Zurzolo-Senese-Esposito-Amoruso) diventata un mito. Cadono i sette anni dalla scomparsa di Pino Daniele e il Web si sveglia, i social impazziscono e diventa trend topic. Mentre si riapre la memoria di come è nata una delle sue canzoni più belle.

Pino Daniele: immagini di una vita e una carriera

Pensavo fosse amore, invece era "Quando"

Alla stesura di Quando, l'emozionante ballad rimasta nel cuore di tutti, Pino Daniele arrivò mentre lavorava alla colonna sonora del film Pensavo fosse amore... invece era un calesse di Massimo Troisi. Diretto da quest'ultimo e da lui interpretato, insieme ad un'apprezzatissima Francesca Neri. La tribolata storia d'amore fra Tommaso e Cecilia che si prenderanno e si lasceranno più volte fino a concludere che il matrimonio non è fatto per le persone, finendo per andare a cena insieme come due semplici innamorati, fece incetta di premi. Pino Daniele vinse Nastro d'argento, Globo d'oro e Ciak d'oro per le musiche, Francesca Neri prese il Nastro come migliore attrice e Troisi quello per la migliore sceneggiatura. Tutto il film, divertita meditazione sul tema di cosa parliamo quando parliamo d'amore? ha avuto grandi apprezzamenti da critica e pubblico. Fondamentale la colonna sonora di Pino Daniele con al centro la canzone Quando.

Nascita di un capolavoro col verso misterioso

Esiste un celebre filmato, più volte riproposto in tv e su Internet, con Pino Daniele che fa ascoltare la prima stesura di Quando al suo grande amico Massimo Troisi, estasiato dalla bellezza del pezzo. Pino Daniele volle raccontare l'eterno dilemma dell'amore, della possibilità di resistere assieme alla vita in nome di un sentimento oltre, descrisse l'attesa dell'incontro e del riprendersi pur avendo i lividi del sentimento addosso. I versi fondamentali e vivrò tutto il giorno per vederti andar via e chi vuole un figlio non insiste arrivarono dopo quel confronto fra Daniele e Troisi. Da sempre si discute su quest'ultimo, il più misterioso. Di chi o cosa cantava Pino Daniele scrivendo chi vuole un figlio non insiste? L'allusione a qualche vicenda personale? Una riflessione sul rapporto fra amore, maternità e paternità che non si può forzare e che rischia di distruggere l'amore con l'ossessione? Una spiegazione unica non c'è. Di suggestioni, ne restano tante. A rendere magica Quando e più pungente la nostalgia per la dipartita di Pino. 

Massimo Troisi con Francesca neri in "Pensavo fosse amore invece era un calesse"