Fiorello irresistibile, Junior Cally senza maschera. Ma soprattutto è record di ascolti

Fiorello irresistibile, Junior Cally senza maschera. Ma soprattutto è record di ascolti

Il boom di ascolti della prima serata ha rilassato un po' tutti e si vede. Amadeus è un gran cerimoniere divertito e a suo agio. E Fiorello si prende tutta la scena. Arriva all'Ariston in parrucca bionda e tacchi, vestito da Maria De Filippi, con tanto di caramella in bocca così come aveva promesso la sera prima se gli ascolti fossero stati alti. È esilarante nell'imitarne il noto vocione, imprevedibile nel chiamarla al telefono in diretta, irrefrenabile nel ballare e cantare. Ecco il suo inedito, ecco la giocatina a tennis con Djokovic, eccolo trasformarsi nel quinto dei Ricchi e Poveri e cantare "La prima cosa bella".

Da record anche la seconda serata

Il festival targato Amadeus si conferma da record anche nella seconda serata che è stata seguita da una media di 9.693.000 spettatori, con il 53,3% di share con la media che supera anche il festival del 2005 condotto da Paolo Bonolis quando la media ponderata della seconda serata fu del 52,8%. Per trovare una media migliore di una seconda serata del festival bisogna tornare al festival del 1995 condotto da Pippo Baudo. La prima parte della seconda serata del festival, tradizionalmente considerata a rischio di 'calo fisiologico' dopo l'apertura, è stata seguita da 12.841.000 spettatori con il 52,5% di share, mentre la seconda parte ha totalizzato 5.451.000 spettatori con il 56,1% di share. L'anno scorso la media della seconda serata era stata di 9.144.000 spettatori con il 47,3% di share. La prima parte della serata del mercoledì del Balgioni bis era stata vista 10.959.000 spettatori con il 46,4% di share e la seconda parte da 5.260.000 spettatori con il 52% di share.

  immagine

La prima standing ovation è per Fabrizio Frizzi che avrebbe compiuto 62 anni proprio oggi e a raccoglierla c'è la soave Carlotta Mantovan. Ma l'Ariston scatta in piedi parecchie volte durante una serata ricchissima di ospiti e superospiti: "Perdere l'amore" è un duetto ad alta intensità emotiva e una gara di bravura tra Massimo Ranieri e Tiziano Ferro. E che dire dei Ricchi e Poveri? Si canta e si balla, effetto karaoke, con "Se mi innamoro", "Mamma Maria" e "Sarà perchè ti amo". Tutti in piedi anche per Zucchero che trascina con "Consapevole libidine" e per Gigi D'Alessio intensissimo in "Non Dirgli mai".

La tuta sexy di Elettra "elettrizza" l'Ariston

A commuovere è la storia di Paolo Palumbo, un vero guerriero di 22 malato di Sla. Propone il brano 'Io sto con Paolo' presentato alle selezioni di Sanremo Giovani, e con una voce elettronica racconta la sua lotta contro la malattia, l'importanza di non arrendersi, lo straordinario rapporto con il fratello Rosario, invitando tutti a "continuare dritti per la propria strada", perché non esistono sogni irrealizzabili.

Le donne del Festival stasera sono tre, le giornaliste del Tg1 Laura Chimenti a Emma D'Aquino, elegantissime negli abiti bianco-nero e argento e finalmente "visibili tutte intere", e Sabrina Salerno. Per 'eterna sexy girl di "Boys, boys boys" anche un piccolo 'incidente' scendendo le scale. Commentatissima  Elettra Lamborghini che fa esplodere la sua sensualità e accenna il twerking con la sua "Musica (e il resto scompare)". E la gara? A mezzanotte e venti soltanto 6 dei 12 big in gara si sono esibiti. Junior Cally il rapper mascherato, stavolta senza maschera, si esibisce all'una e dieci e finisce ultimo. A

Le foto più belle della serata

 

Questa la classifica della seconda serata, in base al voto della giuria demoscopica: Francesco Gabbani, Piero Pelù, Pinguini Tattici Nucleari, Tosca, Michele Zarrillo, Levante, Giordana Angi, Paolo Jannacci, Enrico Nigiotti, Elettra Lamborghini, Rancore, Junior Cally.

In classifica generale Francesco Gabbani è primo

Al termine delle esibizioni di tutti e 24 gli artisti questa è la prima classifica generale dei Big in gara al festival di Sanremo, secondo la votazione della giuria demoscopica. Al primo posto Francesco Gabbani, poi a seguire: Le Vibrazioni, Piero Pelù, Pinguini Tattici Nucleari, Elodie, Diodato, Irene Grandi, Tosca, Michele Zarrillo, Levante, Marco Masini, Alberto Urso, Giordana Angi, Raphael Gualazzi, Anastasio, Paolo Jannacci, Achille Lauro, Enrico Nigiotti, Rita Pavone, Riki, Elettra Lamborghini, Rancore, Bugo e Morgan, Junior Cally.

 

 Ecco la diretta

 "Che confusione! Sarà perché ti amo": l'Ariston ospita la clamorosa reunion dei Ricchi e Poveri (qui la nostra videointervista), di nuovo insieme in 4 dopo 40 anni. Ma soprattutto si prepara ad ospitare la seconda serta di un Festival partito alla grande con un vero e proprio boom di ascolti. Oggi cantano gli altri 12 big in gara. Ecco l'ordine di uscita: Piero Pelù, Elettra Lamborghini, Enrico Nigiotti, Levante, Pinguini Tattici Nucleari, Tosca, Francesco Gabbani, Paolo Jannacci, Rancore, Junior Cally, Giordana Angi, Michele Zarrillo. Superospiti Gigi D'Alessio, Zucchero  e Massimo Ranieri che duetterà con Tiziano Ferro sulle note di "Perdere l'amore". Le donne che condividono il palco con Amadeus  sono le due giornaliste del Tg1, Laura Chimenti e Emma D'Aquino e Sabrina Salerno. E poi c'è Fiorello, "l'amico del conduttore" come recita il suo pass, "il badante 2.0 di Amadeus" come si è definito lui. Di sicuro, il re dell'imprevedibilità.

Seguite con noi la diretta dalla sala stampa del teatro Ariston.

Amadeus apre la seconda serata in scintillante giacca color bronzo entrando dalla platea. "Dov'è finito Fiorello?". L'amico entra poco dopo. E l'effetto è esilarante.

La musica di "C'è posta per te" in sottofondo, Fiorello entra in scena all'Ariston travestito da Maria De Filippi, per onorare la scommessa fatta ieri sera in caso di successo del Festival. Tacchi, parrucca bionda, abito nero, l'immancabile caramella in bocca, prova a imitare la conduttrice di Canale 5. "Buonaserrrra...", ripete col vocione e rivela: "Il problema è una parola sola: Techetechetè, questa cosa rimarrà per sempre, ma io ho una famiglia a casa", ironizza lo showman. "Già, ieri sera mia madre mi ha detto cosa ci facevo vestito da prete. Ora la De Filippi. Sembro Boris Johnson piastrato", dice tra le risate generali. Poi, mentre pretende anche lui i fiori, risponde al cellulare e a chiamarlo è la vera Maria De Filippi. "Vorrei fare i complimenti ad Amadeus", dice la signora di Mediaset. E Fiorello: "E cero, poi è lui che si prende i complimenti". Infine, Fiorello muove la bocca e "doppia" la vera De Filippi che dal cellulare dà il via alla seconda serata del Festival.

La standing ovation per Fabrizio Frizzi

Parte la gara delle Nuove proposte. A passare nel primo duello è Fasma, giovanissimo romano che canta "Per sentirmi vivo". Nel secondo duello passa Marco Sentieri con "Billy Blu". Poi il ricordo molto toccante di Fabrizio Frizzi, al quale l'Ariston tributa una standing ovation. Frizzi proprio oggi avrebbe compiuto 62 anni: "Sono sicuro che se Fabrizio fosse ancora vivo questo Festival lo avrebbe presentato lui", dice Amadeus. E invita sul palco "la donna che lui amava tanto, Carlotta Mantovan. Le ho chiesto se aveva piacere di essere qui per ricordare che oggi è il compleanno di Fabrizio Frizzi e che lui è sempre nei nostri cuori".

Poi entra Fiorello in papillon e giacca di velluto rosso ed è subito show. Danza sulle note di Stayin' Alive ("Sono l'Enzo Paolo Turchi 3.0", "sono un'etoilette"), annuncia la "storica reunion dei Rich and Poor", i Ricchi e Poveri in formazione a quattro ("se mi metto in mezzo faccio il reddito di cittadinanza"), festeggia il 52% di share della prima serata ("Vai col Pd", incita Amadeus) e poi canta un inedito, "La classica canzone di Sanremo", in cui ricorda l'esperienza all'Ariston del 1995. E lancia il "Premio Lumino", invocando come premio uno dei piccoli vasi di fiori che adornano la sala stampa.

La gara dei big parte alle 10 con il rocker Piero Pelù che canta "Il gigante". L'ingresso delle due giornaliste del Tg1 Laura Chimenti ed Emma D'Aquindo precede l'ingresso di Elettra Lamborghini, con tuta aderente monospalla in lamé e piume. Inutile dire che in sala stampa c'è stata un'ovazione davanti al suo ancheggiare. Poi il cantautore toscano Enrico Nigiotti con "Baciami adesso".

L'inciampo di Sabrina Salerno

L'ingresso di Sabrina Salerno, terza coconduttrice della serata è invece funestato da un piccolo incidente di percorso: la scollatura dell'abito nero in paillettes è profonda, lo spacco vertiginoso, ma il tacco a spillo resta impigliato nel vestito e la showgirl sta per incespicare sulla scala quando Amadeus si precipita al suo fianco. "Il tacco si è incastrato nella scala".

La gara riprende con Levante e la sua "Tikibombom". Poi un duetto davvero d'eccezione, quello tra Massimo Ranieri e Tiziano Ferro sulle note di "Perdere l'amore". Coro e standing ovation per il brano con cui Ranieri ha vinto all'Ariston nel 1988. "Stasera te permett' e me chiama' papà", dice il 'vecchio leone' a Tiziano, che lo invita al concerto che terrà allo stadio San Paolo di Napoli il 24 giugno. La gara, incassata tra tanti momenti di show, propone il gruppo indie dei Pinguini Tattici Nucleari e la classe e la bravura di Tosca.

Commozione per Paolo Palumbo

All'Ariston arriva anche la storia di Paolo Palumbo, 22enne malato di Sla che voleva fare lo chef e invece quattro anni fa ha scoperto di avere la malattia che lo ha fermato. Paolo aveva presentato a Sanremo Giovani il brano da lui stesso scritto "Io sto con Paolo", scartato ma ripescato da Amadeus come ospite stasera. "La mia non è la storia di un ragazzo sfortunato, ma di un ragazzo che non si è arreso" è il messaggio che Paolo lancia con la voce metallica del sistema con cui comunica con il resto del mondo grazie al movimento degli occhi. "I limiti sono solo dentro di noi. Ricordate che il tempo che abbiamo a disposizione è poco ed è nella mente che ristagnano le disabilità più gravi". Mentre il computer elaborava il pensiero di Paolo, Ariston in silenzio e Amadeus visibilmente commosso.

Si balla con i Ricchi e Poveri e con il profeta del soul Zucchero

A far ballare il pubblico dell'Ariston ci pensano i Ricchi e Poveri con un medley dei più grand successi della loro storia lunga 50 anni. Oggi si celebra la reunion a colpi di "Mamma Maria", "Che sarà", "Se m'innamoro", "Sarà perché ti amo": "promettete di non diviervi mai più", intima Amadeus. E Fiorello realizza i sogno di cantare "a prima cosa bella" che compie 50 anni insieme ai quattro.

Ma la gara?

A un superospite ne segue un altro e cioè Zucchero che si incarica anche lui di far ballare il pubblico dell'Ariston: tre pezzi tra cui "Consapevole libidine". Peccato che il settimo cantante in gara, Francesco Gabbani si esibisca a mezzanotte e venti minuti. E che all'una meno venticinque debbano ancora esibirsi 4 dei 12 cantanti in gara.