Rihanna diffida Donald Trump: "Non usare la mia musica ai comizi"

Rihanna diffida Donald Trump: 'Non usare la mia musica ai comizi'
di Askanews

Roma, 6 nov. (askanews) - Rihanna diffida Donald Trump ad usare la sua musica durante i comizi. Il presidente degli Stati Uniti ha utilizzato "Don't Stop the Music" della cantante di Barbados durante uno dei suoi incontri elettorali per le elezioni del Midterm a Chattanooga (Tennessee) diffondendolo con gli altoparlanti. La cosa aRihanna non è piaciuta e la cantante si è affidata al suo tema di legali, come prima di lei, hanno già fatto anche Pharrell Williams, Steven Tyler e la famiglia di Prince. E ancora Mick Jagger e tutta la band dei Rolling Stones, per l'utilizzo di "You can't always get what you want", gli eredi dei Beatles per l'uso improprio di "Here comes the Sun", scritto da George Harrison, e poi i Queen per "We are the champions", che Trump ha utilizzato nella convention del 18 luglio 2016. Schierati contro Trump anche Taylor Swift, Katy Perry, Lana Del Rey, Miley Cyrus, Beyonce e Lily Allen. Nella lettera di diffida i legali di Rihanna scrivono che "la connessione di composizioni musicali e registrazioni di Rihanna, inclusa la sua hit "Don't Stop the Music", con una serie di eventi politici organizzati negli Stati Uniti... crea la falsa impressione che la signora Fenty sia affiliata, collegata o altrimenti associata a Trump..." e aggiungono che Rihanna non ha autorizzato Mr. Trump "a utilizzare la sua musica. Quanto fatto con le sue canzoni, quindi, è improprio"