Musica dal vivo, Bologna riparte da piazza Maggiore

Musica dal vivo, Bologna riparte da piazza Maggiore
di Ansa

(ANSA) - BOLOGNA, 03 SET - Il folk, il rock, il pop, l'indie, la musica classica, l'opera e la canzone d'autore. Tutti uniti in un gesto concreto di sensibilità e solidarietà per i lavoratori e gli operatori dello spettacolo: il concerto in piazza Maggiore a Bologna previsto per sabato 12 settembre. Presentato oggi in conferenza stampa, l'evento di solidarietà a sostegno dei lavoratori del mondo dello spettacolo vedrà sul palco tanti artisti e anche pubblico in presenza, pur nel rispetto delle disposizioni anti Covid. L'ingresso sarà gratuito. "È un segnale che lo spettacolo da vivo riparte", ha detto in videocollegamento il presidente della Regione Stefano Bonaccini. "Sarà bello ritrovarci dopo mesi, per ascoltare e cantare i brani che ci emozionano, ma anche per dare voce alle richieste di un settore che ha bisogno di regole certe e di un aiuto immediato", ha sottolineato l'assessore regionale alla cultura e al paesaggio Mauro Felicori. Dopo la nascita del manifesto "Per gli invisibili", per dare voce al settore dello spettacolo dal vivo e sollecitare iniziative per sostenerlo dopo la crisi profonda causata dal Covid-19, il concerto di solidarietà di Bologna è la prima iniziativa del tavolo degli operatori della musica dal vivo che si riconoscono in P.E.R (Promoter Emilia Romagna) Sul palco si alterneranno tra gli altri Gianni Morandi, Dodi Battaglia, Modena City Ramblers, mentre in collegamento streaming parteciperanno anche Luca Carboni, Patty Pravo, Paolo Belli, Benny Benassi, Beppe Carletti e i Nomadi, Vinicio Capossela. I posti saranno a sedere e numerati e per accedere alla platea è obbligatorio prenotarsi tramite il sito www.boxerticket.it da sabato 5 settembre. (ANSA).