Il panico, la fuga e la calca: 6 morti e oltre 100 feriti al concerto del rapper Sfera Ebbasta

L'odore acre e la calca in mezzo alla quale sono rimaste travolte centinaia di persone. Con modalità simili al disastro di Piazza San Carlo a Torino

TiscaliNews

L'odore acre che si diffonde nell'aria, la paura e la fuga disordinata, le 6 persone travolte e uccise nella ressa e oltre 120 feriti di cui dieci in gravi condizioni. E' drammatico bilancio di quanto accaduto durante il concerto del rapper Sfera Ebbasta, autentica star della musica per giovanissimi e molto seguito sui social. Sfera si esibiva alla discoteca Lanterna Azzurra, in provincia di Ancona nella notte della festa dell'Immacolata quando, come raccontato da alcuni testimoni, qualcuno in mezzo al pubblico ha spruzzato quello che sembra spray urticante al peperoncino, scatenando il fuggi fuggi. Nella ressa sono morti cinque minorenni e una madre che accompagnava la figlia all'atteso concerto. 

I nomi delle giovani vittime

"Asia Nasoni, 14 anni, di Senigallia; Daniele Pongetti, 16 anni, di Senigallia; Benedetta Vitali, 15 anni, di Fano; Mattia Orlandi, 15 anni, di Frontone; Emma Fabini, 14 anni, di Senigallia;e mamma Eleonora Girolimini, 39 anni, di Senigallia. Sono le giovani vittime della tragedia di questa notte. È assurdo morire così. Come governo faremo massima chiarezza sulla dinamica della vicenda (se sono state rispettate tutte le norme di sicurezza) e individueremo i responsabili. Un abbraccio e un pensiero alle famiglie". Lo scrive su Fb il vicepremier Luigi Di Maio diffondendo i dati provenienti dagli ospedali.

Schiacciati e feriti

Sul posto sono arrivati il 118, le forze dell'ordine e il questore di Ancona, Oreste Capocasa. Si contano 120 feriti, 10 in condizioni critiche, portati con le adunanze agli ospedali di Senigallia, Ancona, Arcevia e Jesi. L'incidente che ha scatenato il panico è avvenuto attorno all'una di notte all'interno della discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo. Le indagini della Procura di Ancona, che procede per omicidio colposo, hanno confermato che sono stati venduti 1400 biglietti a fronte di una capienza massima di 871 persone. Nella nota diffusa dagli Ospedali Riuniti di Ancona, presso i quali è attivo il piano d'emergenza, si legge che i feriti nella ressa impazzita al concerto di Sfera Ebbasta presentano traumi cranici, al torace e agli arti.

L'uscita di sicurezza sbarrata

Un testimone di sedici anni ha raccontato che di fronte alla fuga della folla impazzita, un'uscita di emergenza era sbarrata e i buttafuori insistevano perché gli spettatori tornassero sui loro passi. A quel punto la calca si sarebbe fatta più disordinata, con ragazzi caduti dal muretto della balaustra, uno dei quali, schiacciato, avrebbe perso la vita. Altri testimoni riferiscono di adolescenti che tossivano e non riuscivano a respirare. Nel comunicato diffuso via Twitter dai Vigili del Fuoco, si legge che il panico è dovuto alla "dispersione di una sostanza urticante". Sfera Ebbasta, vero nome Gionata Boschetti, 26enne rapper di Cinisello Balsamo, è in tour per festeggiare il doppio disco di platino conquistato dal suo album Rockstar. Sui social ha oltre un milione e mezzo di follower. Le modalità dell'incidente al suo concerto sono molto simili a quelle che il 3 giugno 2017 provocarono la fuga di massa, un morto e 1526 feriti quando una banda di rapinatori urlò tra la folla e usò spray al peperoncino durante la visione pubblica, in Piazza San Carlo a Torino, della finale di Champions League Juventus-Real Madrid. E ad una lunga serie di altri "blitz" del genere che dura da piùà di un anno