Massimo gira film opera su Mozart ai tempi lockdown

Massimo gira film opera su Mozart ai tempi lockdown
di Ansa

(ANSA) - PALERMO, 05 MAR - Un film di 46 minuti di puro Mozart girato interamente al Teatro Massimo di Palermo da giovani cantanti che mettono insieme la trilogia Da Ponte-Mozart con i migliori personaggi tratti da "Le nozze di Figaro", "Così fan tutte" e "Don Giovanni", una drammaturgia firmata da Gianmaria Aliverta e Alberto Mattioli. Il film è destinato alle scuole e sarà inviato entro pochi giorni ai licei, e fino a domani visibile sulla web Tv del Massimo. "Torneranno i bei momenti" è il titolo dell'operazione, il riferimento al desiderio di riaprire il teatro, coniugato con i vizi e le virtù del mondo operistico: rivalità tra cantanti, protagonismo, là dove i bei momenti sono quelli degli applausi che ormai mancano da molti mesi. L'idea è quella di un cast che con l'orchestra e i tecnici resta "imprigionata" dentro il teatro, costretta a provare e riprovare in attesa dei vaccini e della riapertura. Accolgono solo un "rider" cantante che porta le pizze. Primo teatro in Italia, il Massimo inaugura altre forme operistiche, in questo caso il meglio di Mozart in meno di un'ora, per affascinare i ragazzi di tutte le età, perché l'operazione è di grande pregio. I cantanti: Giulia Mazzola, Enkeleda Kamani, Elena Caccamo, Lorenzo Barbieri, Nicolò Donini e Alfonso Michele Ciulla, sono giovani, bravi e promettenti. Diretti da un grande Omer Meir Wellber non ci aspettavamo niente di meno, dunque grande qualità, regia intelligente, ottima resa del suono, e la possibilità di scrutare tutti i luoghi di un teatro che non conosce il silenzio. Magnifici il terzetto di "Così fan tutte", "Soave sia il vento", l'ouverture e il gran finale de "Le nozze". Operazione per le scuole? No per tutti. (ANSA).