Marco Mengoni attraversa la musica con "Atlantico" e riapre i cassetti lasciati insoluti

Codice da incorporare:
di Askanews

Più maturo e pieno di energia. Marco Mengoni dopo un lungo silenzio torna con Atlantico, un album poetico che nasce al termine di un viaggio di due anni intorno a mondo fatto per ricaricare le pile e indagare la sua anima."Atlantico è il secondo oceano più grande della Terra e quello che bagna più culture diverse ed è un contenitore di tantissime cose. Ho analizzato moltissimo me stesso, ho fatto tanti viaggi, sono andato alla scoperta di musiche e culture differenti, ho parlato con tantissima gente, ho fatto l'autostop con lo zaino in spalla e ho vissuto all'interno delle società che incontravo e all'interno di me stesso".

Da Cuba a Lisbona passando per gli Emirati Arabi fino a New York per cercare nuova linfa e ispirazione."New York è stata una tappa fondamentale, è servita ad analizzarmi ancora di più, ci sono arrivato con questa voglia di scavare all'interno dei me stesso e del mio passato. Non è New York che mi ha fatto sentire solo, ma sono io che ho fatto sentire sola New York paradossalmente"15 tracce inedite, dopo l'uscita dei due singoli Voglio e Buona vita, ora esce anche Hola (I say) in duetto con Tom Walker, ma sono tante le novità nel disco: dal cameo di Adriano Celentano all'omaggio a Mohamed Ali che per lui è un simbolo di libertà.

Mengoni canta anche l'elogio della lentezza: "Questo disco parla anche della lentezza con la quale si dovrebbero affrontare i sentimenti crudi della vita. Io vado alla ricerca di quelle cose per riaprire quei cassetti che ho lasciato insoluti".Si parla però anche di pazzia, diritti umani e soprattutto difesa dell'ambiente."Un disco che si chiama Atlantico non poteva che essere vicino all'ambiente, mi sono legato con National Geografic, Passepartout e Casa Chiaravalle, tutte cose che riguardano l'acqua e la nostra terra, tutte cose che riguardano l'apertura con la quale potremmo accogliere persone e buttare giù migliardi di muri che ci siamo creati".

Marco Mengoni porta avanti la sua battaglia per l'ambiente e contro l'uso delle plastiche usa e getta che soffocano il mare, questo tema è presente nell'Atlantico fest - Attraversa la musica, una tre giorni di eventi a Milano da giovedì 29 novembre. Per la prima volta un progetto musicale si traduce in occasioni di incontro: un nuovo modo di ascoltare attraverso diverse experience.Poi Marco andrà in tour, prima all'estero poi nei palazzetti italiani."Il tour è una parte molto importante del progetto, significa condividere con le persone che ti hanno permesso di essere qui oggi tutto".