Tiscali.it
SEGUICI

Insulti, risse, liti sull'Ucraina: il "Dark Side" dei Pink Floyd e le loro tristi macerie

Nel 50mo anniversario dell'uscita del capolavoro The Dark Side Of The Moon, la tensione e gli insulti fra ex compagni è alle stelle. Cronaca di una guerra

Cristiano Sanna Martinidi Cristiano Sanna Martini   
Da sinistra: Roger Waters, David Gilmour, particolare della copertina di The Dark Side Of The Moon, il presidente Zelensky (Shutterstock)
Da sinistra: Roger Waters, David Gilmour, particolare della copertina di The Dark Side Of The Moon, il presidente Zelensky (Shutterstock)

Breathe, breathe in the air. Bisognerebbe calmarsi, prendere fiato e capire come tutto stia nuovamente deragliando nel peggiore dei modi. Ma la verità è che nei Pink Floyd o in quel che resta di loro nessuno vuole farlo. I primi versi del brano che apre The Dark Side Of The Moon uscito 50 anni fa (il 1 marzo) echeggiano tristi nell'anniversario di uno degli album più venduti della storia, riproposto in versione arricchita. Di più, riproposto anche da Roger Waters interamente ri-registrato a modo suo, a rispecchiare non si capisce bene l'esatto progetto originale che starebbe da sempre nella sua mente, perché "gli altri non sanno comporre, è roba mia". Quel po' che si era rimesso insieme nella emozionante reunion del 2005 in occasione del Live Earth e poco prima della morte di Richard Wright, è finito a pezzi e triturato in una serie orrenda di insulti e ripicche. Moglie di Gilmour compresa.

"The Wall", l'album e tour che li distrusse per sempre: leggi

Divisi da Zelensky e dall'ego

E' da un po' che Roger Waters, per molti (e per chi scrive qui certamente) vera mente creativa e progettuale dei Pink Floyd, ha ricominciato a dare addosso agli ex soci e in particolare a David Gilmour. Nick Mason, batterista pacioso nato già da buonissima famiglia preso in mezzo ai due? "Non posso farci granché" ha detto e ripetuto, facendo già gli straordinari nel presenziare assieme a Waters alla mostra Their Mortal Remains (titolo non a caso: i loro resti mortali) sulla storia dei Floyd. Poi l'incendio è scoppiato di nuovo e si torna sempre lì. Alle ragioni per cui dopo The Final Cut ci fu la prima guerra legale tra Waters e il resto del gruppo, terminata col marchio rimasto agli altri e lui estromesso. Nel corso del tempo l'ego ha fatto da "fisarmonica" di piccoli riavvicinamenti e distanze siderali fra gli ex compagni di azienda, perché questo è èun gruppo multimilionario. E' stata poi la riedizione dell'album Animals a riaprire la guerra con toni feroci: Waters tende a trattare da ottimi musicisti gregari gli altri, e questi a cominciare da David Gilmour rifiutano di essere considerato altro se non co-leader. Waters avrebbe voluto correggere le note di copertina di Animals, Gilmour protestò, poi gli impedì l'accesso alla storia della band nel sito della stessa, per evitare che cambiasse dettagli secondo il suo pensiero. Infine è arrivato Zelensky, è arrivata la guerra a peggiorare le cose.

L'ultima volta insieme, per 25 minuti

Video

Lo scontro e la "rasoiata" della moglie di Gilmour

High Hopes è l'ultimo grande brano all'altezza dei precedenti capolavori dei Pink Floyd. La struggente ballad sui bei tempi andati e le grandi speranze della vita è stata composta da Gilmour assieme alla moglie Polly Samson, scrittrice e giornalista britannica. Che qualche giorno fa ha rotto il silenzio diplomatico per incenerire il "nemico" Roger Waters su Twitter, con le parole: "Tristemente, Roger Waters, sei un antisemita fino al midollo, un apologeta di Putin, un bugiardo, ladro, ipocrita, evasore di tasse, uno che canta in playback, misogino, malato di invidia e megalomane. Ne ho abbastanza delle tue idiozie".

Il Tweet al vetriolo di Polly Samson, moglie di Gilmour

Poco dopo Waters è comparso come ospite al Consiglio di sicurezza dell'Onu, tornando a sottolineare che la guerra in Ucraina è stata avviata da Putin ma che questi non ha certo attaccato senza che dall'altra parte, quella occidentale, ci fosse assenza di colpe. Lo aveva già sostenuto in questa lettera apertaGilmour e Mason avevano a loro volta inciso un brano apposta per sostenere Zelensky, il governo di Kiev e le ragioni di quella parte. Ora siamo al mezzo secolo dall'uscita di The Dark Side Of The Moon (1 marzo 1973), capolavoro senza tempo e scritto in buona parte da Waters sui temi dell'alienazione, dell'incomunicabilità e della follia che attende al varco l'essere umano. Tutto ciò che sta avvolgendo quel che resta dei Pink Floyd, a rendere questo compleanno triste come pochi. 

"Ma che schifezza abbiamo fatto?": i retroscena di Atom Earth Mother

Cristiano Sanna Martinidi Cristiano Sanna Martini   
Speciale Sanremo 2024
I più recenti
Ultimo: Non ho mai votato. E svela quale è il suo tallone d'Achille: Pensavo sarei arrivato a 27 anni
Ultimo: Non ho mai votato. E svela quale è il suo tallone d'Achille: Pensavo sarei arrivato a 27 anni
Laura Pausini fa 50 anni: Quando mi dissero che a 40 anni sarebbe finito tutto. La mega festa e il...
Laura Pausini fa 50 anni: Quando mi dissero che a 40 anni sarebbe finito tutto. La mega festa e il...
Jack Savoretti (foto dall'ufficio stampa About)
Jack Savoretti (foto dall'ufficio stampa About)
Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...