Mario Biondi, Dodi Battaglia e gli altri: "La nostra iniziativa per aiutare gli anziani isolati e i musicisti senza lavoro"

Intervista ai due artisti. Il primo, promotore di Nemico invisibile col primo brano ll nostro tempo. Il secondo che con Imaie sostiene gli artisti impossibilitati a esibirsi

Una telefonata fra Annalisa Minetti, Mario Biondi e Marcello Sutera, il coinvolgimento di un cast di musicisti sempre più ricco (tra l'altri ne fanno parte Dodi Battaglia, Jean Paul Maunick degli Incognito, Gaetano Curreri, Petra Magoni, Andrea Callà) ed ecco la nascita di Nemico invisibile. Progetto che unisce musica e beneficienza anti Covid-19 con una serie di brani di cui è già disponibile il primo, intitolato Il nostro tempo. Il progetto cresce mentre si muove e usa la musica per contribuire alle attività di Auser, che si occupa di assistenza domiciliare, in particolare per aiutare a potenziare la vicinanza e le cure di persone anziane o disabili, che soffrono in modo particolare l'isolamento a causa della pandemia. Per contribuire è possibile fare una donazione mediante l'IBAN  IT 67 X 03111 03253 000000010815. Dodi Battaglia, ai vertici di Imaie, ha nel mentre lavorato per sbloccare fondi che permettano un aiuto immediato ai musicisti che non possono tenere concerti e quindi si trovano privi della loro principale fonte di reddito. Qui la video intervista con Dodi Battaglia e Mario Biondi (che ci ha raggiunti "in corsa").