[Intervista] "Perché ho deciso di cantare in modo diverso dalle altre e di abbandonare gli stereotipi"

Dall'Italia agli Usa con ritorno in Italia, sei album all'attivo, esperienze in tv e radio, ora in tour, Greta Panettieri racconta il suo approccio alla musica

C'è qualcosa di straordinario che è partito dalla scena jazz italiana per poi approdare felicemente ad altri stili e generi musicali. Anzi, qualcuno, e basta sentire il modo in cui Greta Panettieri porta la voce per capire che un approccio diverso dal solito bello stile, serviva come l'ossigeno. Per tornare a sorprendere, emozionare, rendere affascinanti generi ormai usati e forse abusati come il jazz, il pop, la bossa. Fino all'uso sperimentale della voce, come pura emissione di suono e respiro, senza necessariamente cantare parole.

Dall'Italia agli Usa con ritorno in Italia, sei album all'attivo, esperienze in radio e tv, mentre lavora al nuovo disco e a un libro, in questa videointervista Greta Panettieri ci racconta il suo percorso e quello dei musicisti che lavorano assieme a lei. Il 25 luglio la cantante romana è in concerto nell'ambito di JazzAlguer (qui il programma completo).