Tiscali.it
SEGUICI

Tiziano Ferro contro Mara Maionchi: lo scontro si fa duro. "Lo obbligò a mentire sulla sua omosessualità"

Tra accuse di ingratitudine e segreti dolorosi, il botta e risposta sui social non accenna a placarsi

TiscaliNews   

"Mic Drop. Epocale": è con queste parole che Tiziano Ferro ha ripostato un articolo di Grazia Sambruna su MowMag, riaccendendo lo scontro con Mara Maionchi. La scintilla era scoccata durante l'ultima puntata di "Belve", quando la produttrice discografica aveva accusato il cantante di Latina (leggi qui) di essere stato poco riconoscente nei suoi confronti. La giornalista nell'articolo ripercorre la carriera di Ferro, sottolineando il duro prezzo pagato dal cantante per il successo: "dimagrire e non dire mai di essere gay. Altrimenti, niente contratto". Un segreto che lo ha tormentato per anni, con conseguenze pesanti sulla sua psiche e sulla sua vita privata. 

Che cosa scrive Grazia Sambruna

"Tiziano Ferro era un ragazzino con un sogno - scrive Sambruna. Con un sogno e un disco di 12 tracce, tutte hit, già pronto nel cassetto. Grazie all'incontro con Mara Maionchi quel disco sarebbe diventato "Rosso Relativo", l'album d'esordio perfetto: scritto e interpretato da un ventenne di Latina che, tra l'altro, da solo aveva la voce di un intero coro gospel. C'era un problema, però: Tiziano Ferro, all'epoca, pesava centoundici chili. Non era, insomma, il teen idol che, per la logica commerciale dei tempi, avrebbe dovuto essere. La discografica, nelle persone quindi di Mara Maionchi e Alberto Salerno, hanno messo il pur talentuosissimo enfant prodige di fronte a una scelta: "O dimagrisci, o niente contratto". Lui allora si è messo a dieta fino a diventare una silfide, il Justin Timberlake de Roma, pronto per essere amato da milioni di ragazzine nostrane (tra cui, la sottoscritta). E così è andata: Tiziano Ferro esordisce con 'Xdono', vince il Festivalbar, il disco viene pubblicato in 42 nazioni, vende oltre due milioni e mezzo di copie. È nata una stella".

"Il suo orientamento sessuale avrebbe minato mortalmente l'immagine"

Poi Grazia Sambruna prosegue: "Tiziano Ferro non si è svegliato gay al compimento dei 30 anni. Lo è sempre stato. Solo, non poteva dirlo. Perché anche il suo orientamento sessuale avrebbe minato mortalmente l'immagine da teen idol perfetto con cui si era scelto di "venderlo" alle folle. Una decisione, pure questa, del tutto figlia dell'epoca in cui il nostro ha esordito. Non per questo, però, giusta. O poco dannosa per lui. Se oggi a qualunque giovane artista viene praticamente imposto un look "fluido", "mettiti 'sti tacchi a spillo e vai a fare la drag sul palco", ai tempi "non si poteva" essere omosessuali dichiarati e pensare di avere successo nella musica. Allora Tiziano Ferro si è ritrovato a rispondere per un decennio almeno alle solite domande su come dovesse essere la sua donna ideale. Le fan delle prime ore ricorderanno di certo quella chicchierata liaison con la vj di Mtv Giorgia Surina. Si mormorava perfino che "Sere Nere" fosse dedicata a lei e alla fine della loro storia d'amore. Col senno di poi, fa ridere assai. Però questa non è una storia divertente". E ancora: "Leggenda narra, ma qui siamo nel campo dei miti e delle leggende appunto, che dopo il successo di "Rosso relativo", in quanto disco, Tiziano Ferro non ne potesse già più di questa gabbia dorata in cui l'unico modo per essere amato possibile era quello di rinnegare sé stesso ogni volta che gli toccava d'aprir bocca. Si dice che avesse concordato una intervista tv per fare coming out, termine che ancora non esisteva, e togliersi il pensiero. Intervista impedita con ogni mezzo da Maionchi, troppo interessata a tutelare gli interessi commerciali del suo "protetto", la carriera della "sua" creatura. Quel che è certo è che Ferro appena vince il Festivalbar prende un aereo e vola in Sud America "per fare l'Università". Ciò che si mormora è che in Italia non volesse tornare mai più". 

"Quella volta che gli impedì di fare coming out"

"Dunque "Ferro è stato "fortunato" a incontrare Mara Maionchi? Forse, più il contrario – osserva Sambruna –. Se non lo avesse intercettato lei, sarebbe toccato a Cecchetto o a qualche altro rampante manager alla ricerca di giovani talenti. Mentre Tiziano Ferro, appunto, era già Tiziano Ferro, un fenomeno come non ne nascono poi tanti. Circa uno a generazione, ad andar bene. Perché trovatelo pure oggi un 19enne che scrive, compone e canta così, senza autotune, senza schiere di blasonati autori a mettergli in fila le parole. Le imposizioni – lo ribadiamo, figlie del loro tempo – che Maionchi ha "dovuto" mettere sull'immagine di quel ventenne di Latina avranno contribuito a renderlo una popstar. Ma, prima di tutto, una persona infinitamente infelice giù dal palco, uno che ha dovuto imparare fin da subito a viversi come un orrendo segreto". "Se oggi Tiziano Ferro non dovesse essere del tutto riconoscente a Mara Maionchi, dal lato umano e forse perfino da quello artistico, in fin dei conti avrebbe ragione. Dargli poi dell'ingrato ora, mentre il cantautore sta attraversando il dolore per il divorzio dal marito e ripete a più riprese da mesi di essere in crisi nera a livello musicale come anche personale è, da parte di Mara Maionchi, una belvata di cui c'è davvero poco d'andar fiera". 

"Ti sono sempre stato grato"

Tiziano Ferro, ferito dalle parole di Maionchi, aveva replicato su Instagram, sostenendo di averle sempre dimostrato gratitudine. "La prima cosa che ho insegnato ai miei bimbi è dire 'grazie', la seconda è dire 'scusa'", ha scritto. "Ti sono sempre stato grato, te l'ho dimostrato un milione di volte durante un milione di occasioni". E ancora: "Potrei postare la miriade di interviste nelle quali ti ho celebrata, i ringraziamenti nel booklet dei miei album... però mi limiterò a postare questo video. Magari sono uno stolto, ma a me questo sembrava un abbraccio di cuore. Che peccato, che tristezza".

Lo scontro si trasferisce sui social

La risposta del cantante di Latina ha scatenato una bufera di commenti sui social, con molti utenti che si schierano dalla sua parte. C'è chi critica la Maionchi per la sua mancanza di tatto, chi elogia Tiziano Ferro per la sua sincerità e chi invoca la fine di questo aspro botta e risposta. Insomma, la questione è tutt'altro che chiusa. L'ultima stoccata di Ferro, con il video dell'abbraccio con la Maionchi, ma anche le dure pafrole della giornalista Grazia Sambruna lasciano presagire che lo scontro continuerà. Solo il tempo dirà se i due riusciranno a trovare un terreno comune e a mettere un punto definitivo a questa vicenda.

TiscaliNews   
Speciale Sanremo 2024

I più recenti

Laura Pausini fa 50 anni: Quando mi dissero che a 40 anni sarebbe finito tutto. La mega festa e il regalo speciale di Morandi
Laura Pausini fa 50 anni: Quando mi dissero che a 40 anni sarebbe finito tutto. La mega festa e il regalo speciale di Morandi
Jack Savoretti (foto dall'ufficio stampa About)
Jack Savoretti (foto dall'ufficio stampa About)
Da sinistra: Nemo, l'artista svizzero fluido che ha vinto l'Eurovision 2024, Angelina Mango (Ansa) e Amedeo Minghi (Instagram)
Da sinistra: Nemo, l'artista svizzero fluido che ha vinto l'Eurovision 2024, Angelina Mango (Ansa) e Amedeo Minghi (Instagram)

Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...