Tiscali.it
SEGUICI

Senza di lui non sarebbero star: chi è Fabrizio, l'uomo che ha inventato i Maneskin

Ritratto di Ferraguzzo, grazie al quale la band romana è diventata un fenomeno mondiale. Come è nato tutto e come cresce, in un "hub" di duemila metri quadri

Cristiano Sanna Martinidi Cristiano Sanna Martini   

Il "c'era una volta" è una favola buona per essere tirata a lucido e riproposta ad ogni nuovo giro di marketing attorno al fenomeno del momento. E quindi la storia dei romani Maneskin, giovanissimi e squattrinati che suonavano per strada nella capitale e che poi si fanno notare a X Factor grazie alla testardaggine di Manuel Agnelli la conosciamo a memoria. Fin lì ci può stare. Poi c'è la realtà, e se oggi la rock band italiana spopola in tutto il mondo, suscitando invidie e commenti incendiari come solo si fa quando sei diventato talmente grosso da dare fastidio a molti, tutto questo è frutto di un accurato lavoro di team. A capo del quale c'è Fabrizio Ferraguzzo.

Duemila metri quadri di creatività

In ragione dei suoi successi come produttore, direttore artistico e talent scout, Ferraguzzo è appena entrato nella National Academy of Recording Arts and Sciences, ovvero i giurati dei Grammy Awards, gli oscar musicali che verranno assegnati il prossimo 4 febbraio. A premiare le superstar mondiali contribuirà il voto di Ferraguzzo ed ecco perché nelle ultime ore di lui si parla e si scrive come non era mai accaduto prima. Già nello staff Sony, poi direttore musicale di X Factor, Ferraguzzo ha preso sotto la sua ala i Maneskin fondando la Exit Music Management con Marica Castelnuovo, marchio che ancora oggi rappresenta i quattro di Roma in tutto il mondo. Una storia cresciuta in uno spazio chiamato Moysa, un quatier generale voluto da Ferraguzzo e Shablo, produttore fra gli altri di Sfera Ebbasta, Rkomi e Blanco dove si suona, si scrive e produce musica, si mangia, ci si ferma al bar, si lavora in studio.

Rinnovare la mentalità

Se c'è una cosa che Amadeus ha capito, come direttore artistico di Sanremo, è la necessità di parlare più spesso con suo figlio. Così da capire che oltre il mondo degli Al Bano, dei Massimo Ranieri, delle Gigliola Cinquetti e perfino di Giorgia (grande voce ma non più una newcomer) c'è una scena musicale che passa per gli streaming, per la musica liquida, per i nuovi nomi ormai in pista da anni, ed è la musica che muove il mercato e interessa i più giovani. In soldoni: Ernia non è solo il nome di un fastidio fisico. E infatti il Festival dopo anni di autoreferenzialità si è riallineato alle vendite e ai successi reali in radio, classifica e sulle piattaforme video. E non a caso è stato vinto dai Maneskin, la prima volta sul trono di Sanremo di una rock band. Prodotta e rappresentata da Ferraguzzo. 

 

Cristiano Sanna Martinidi Cristiano Sanna Martini   
Speciale Sanremo 2024

I più recenti

Daniele Ledda e Paolo Angeli in azione in duo (da un frame del video del concerto a Cagliari)
Daniele Ledda e Paolo Angeli in azione in duo (da un frame del video del concerto a Cagliari)
Loredana Bertè non andrà all'Eurovision e succede di tutto: modifiche a Wikipedia e alla biografia di Borg. Ma non solo
Loredana Bertè non andrà all'Eurovision e succede di tutto: modifiche a Wikipedia e alla biografia di Borg. Ma non solo
Boschetto, Barone, Ginoble: Il Volo (Ansa)
Boschetto, Barone, Ginoble: Il Volo (Ansa)
Grave lutto per Eros Ramazzotti. Il messaggio struggente e qualla canzone che oggi mette i brividi
Grave lutto per Eros Ramazzotti. Il messaggio struggente e qualla canzone che oggi mette i brividi

Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...