Eugenio Bennato lancia quatto sere musica etnica a Napoli

Eugenio Bennato lancia quatto sere musica etnica a Napoli
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 30 LUG - "Musica, Identità, Rivoluzione", è questo il leit motiv del festival della musica etnica e d'autore che si svolgerà a Napoli, a Castel Sant'Elmo e all'Arena Flegrea dal 4 al 7 agosto. Una rassegna organizzata da Eugenio Bennato che "tenta di aggregare - spiega il cantautore partenopeo - musiche e musicisti che rappresentano, attraverso l'affermazione dell'identità, la convinta opposizione alla cultura dominante, al livellamento imposto dalla globalizzazione, al pensiero unico che ha oggi nel potere del virtuale un alleato insidioso e devastante. Si tratta di strumenti musicali e voci, che vivono la poesia e la tecnologia del presente, per mettersi in discussione rivolgendosi in maniera diretta ad un pubblico vero, reale e pronto ad ascoltare". Il festival rientra nella rassegna "Estate a Napoli" promossa dall'assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e da Città metropolitana e porta in scena nove ospiti. Si parte il 4 agosto (ore 21 - Belvedere San Martino) con l'esplosiva voce di Pietra Montecorvino a cui segue il racconto musicale "Grande Sud": dalla Campania di Peppe Servillo alla Sicilia di Mario Incudine. Il 5 agosto (ore 21 - Belvedere San Martino) arriva in città la pluripremiata world music del Canzoniere Grecanico Salentino, mentre la seconda parte dello show propone l'eclettico Morgan. Il 6 agosto (ore 21 - Belvedere San Martino) Napoli incontra il linguaggio siciliano di Cesare Basile e dei suoi Caminanti, per poi dare il benvenuto all'eleganza vocale e interpretativa di Tosca. Il festival si conclude all'Arena Flegrea (venerdì 7 agosto - ore 21) con il concerto di Eugenio Bennato, e con la partecipazione di Edoardo Bennato: insieme per uno spettacolo inedito in quell'Arena che si trova a due passi dal quartiere che li ha visti nascere e crescere, Bagnoli. Il titolo del festival "Musica Identità Rivoluzione", corrisponde a un brano musicale (scritto da Eugenio Bennato, Gino Magurno e Gianni Migliaccio) interpretato dalla giovane figlia d'arte Eugenia, protagonista anche del videoclip realizzato per l'evento. (ANSA).