"Basta, ora te ne vai": Vedder dei Pearl Jam caccia via una ragazza violenta da sotto il palco

Durante il concerto del gruppo in Svizzera, il cantante ferma tutto e interviene deciso quando vede partire i colpi diretti alla nuca di un ragazzo. Video

TiscaliNews

Hai voglia a dire che i concerti rock sono roba "fisica", che sudore, pogo, spintoni e corpi scatenati non sono mai spariti del tutto dai grandi palchi con ampli dai volumi spinti al massimo. Perfino in questa generazione incline più allo smartphone che allo stage diving. Eddie Vedder dei Pearl Jam non guarda in faccia a nessuno, e quando i cori e i saltelli a ritmo di musica cominciano a prendere l'aspetto della rissa violenta, ferma tutto e caccia via il colpevole. Che in questo caso è una colpevole. Il tutto è avvenuto lo scorso 23 giugno durante il concerto dei Pearl Jam a Zurigo.

I colpi alla nuca e lo stop

Mentre i Pearl Jam stavano eseguendo uno dei loro brani più amati, Animal, Eddie Vedder ha imposto la brusca interruzione dell'esecuzione e fatto puntare le luci sulla platea. Che stava succedendo? Una ragazza si era ribellata ad un tizio che, a qualche metro dal palco, riprendeva lei intenta a dimenarsi a ritmo di musica. E ha cominciato a colpirlo con violenza sul capo. Per questo il cantante l'ha fatta allontanare, dicendo: "Ho visto tutto, eri infastidita perché lui filmava tutto il tempo. Apprezzo il fatto che tu sia forte ma non puoi certo colpirlo alla nuca, anche se sei una donna. Ora te ne vai. La violenza non è accettabil e non può essere tollerata. Potevi farmi un cenno, ti tenevo d'occhio. Non puoi picchiare nessuno qui".