Britney Spears, spiata perfino in camera da letto

di Ansa

Spiata dal padre perfino in camera da letto: Jamie Spears, che dal 2008 la tiene sotto tutela legale, ha pagato centinaia di migliaia di dollari a detective privati per sorvegliare la figlia Britney e intercettare, con una "cimice" piazzata strategicamente, le sue conversazioni piu' intime con i figli, gli amici e gli uomini nella sua vita, rivela oggi un nuovo documentario del "New York Times", "Controlling Britney", uscito alla vigilia dell'udienza del 29 settembre con al centro il ferreo controllo esercitato dal genitore sulla popstar ormai quasi quarantenne.