Il dramma di Fiordaliso: "Maledetto Covid19, hai distrutto la mia famiglia"

“A mia madre non le ho nemmeno potuto tenere la mano. Non ho potuto fare niente, neanche accompagnarla per l’ultimo viaggio”: lo sfogo della cantante piacentina che rivela di essersi ammalata anche lei

Il dramma di Fiordaliso: 'Maledetto Covid19, hai distrutto la mia famiglia'

“A mia madre non le ho nemmeno potuto tenere la mano. Non ho potuto fare niente, neanche accompagnarla per l’ultimo viaggio”. La voce di Fiordaliso, intervenuta a “La vita in diretta” su Rai1, testimonia un dolore insostenibile. La cantante di Piacenza, una delle città più colpite dalla pandemia, ha raccontato la morte della madre a causa del Coronavirus, malattia che ha colpito anche lei e quasi tutta la sua famiglia: "È uno strazio. Questa malattia è una delle cose più brutte che possa succedere a un familiare: spariscono e non li vedi più, non li puoi vedere quando mancano e non gli puoi fare un funerale. Non puoi tenere la mano a tua madre e non puoi fare niente".

Sui social il suo sfogo è senza limiti: “Maledetto Covid-19, ti sei portato via la mia mamma. Io mi sono ammalata (ora guarita), mia sorella ammalata (ora guarita) ma la roccia (mio padre) ti ha sconfitto. È guarito. Vaff corona virus”.

Al dramma della madre infatti si è aggiunto anche quello del padre: "La cosa lacerante è che mio padre non lo sapeva, glielo abbiamo detto stamattina, quando è rientrato dall'ospedale dove era stato ricoverato. La mamma è mancata il 19 di marzo, io non ho detto niente a nessuno. Papà ha 91 anni ed ero terrorizzata che potesse scoprirlo leggendo qualcosa su Internet. Gli dicevo 'la mamma è stazionaria', perché era anche lui da un'altra parte con la mascherina dell'ossigeno".

In quanto alla sua malattia Fiordaliso ha spiegato di essersi presa il Covid 19 prendendosi cura della mamma: “Mamma si è ammalata i primi di marzo, l'ho accudita per 5 giorni, poi è stata ricoverata, e il 19 l'ho persa senza più vederla. La mamma aveva 85 anni e non aveva nessuna patologia, stava bene ma era molto debilitata. Io che ho avuto questa malattia vi posso garantire che è molto dura. Ci siamo ammalate io e mia sorella, i miei fratelli per fortuna no, ma abbiamo tenuto le distanze e ci tengo a dirlo: non uscite di casa".