Chi ha detto che la lirica è per vecchi? La rivoluzione di Radio Rai: "Largo ai giovani talenti"

Radio Rai promuove il primo concorso lirico internazionale "Voci in barcaccia. Largo ai giovani". Abbiamo chiesto a Enrico Stinchelli, storico conduttore, come è nata l'idea

Chi ha detto che la lirica è per vecchi? La rivoluzione di Radio Rai: 'Largo ai giovani talenti'

Non chiamatelo semplicemente l'X Factor della lirica. Sì, perché "Voci in barcaccia. Largo ai giovani" è molto di più di un contest musicale dedicato ai cultori dell'opera. Il primo concorso lirico internazionale di Rai Radio3 vuol far riscoprire, attravero le nuove leve (di età compresa tra i 15 e i 31 anni), il bello della cultura e dell'arte del nostro Paese, lacerato dalla pandemia e desideroso di ripartire. Ma come è nata l'idea di affidare ai giovani un ruolo così importante in un periodo così delicato? Lo abbiamo chiesto a Enrico Stinchelli, storico conduttore del programma radiofonico "La Barcaccia", che da ben 33 anni si dedica all'opera e alle sue voci.

"Con questa iniziativa - spiega Stinchelli - volevamo riportare la Rai ai tempi d'oro del concorso Callas. Poi, visto che quello della pandemia è stato l'anno dei giovani, Andrea Montanari, il nuovo direttore di Rai Radio3 dal 2021, non ha fatto altro che spingere in questa direzione dando vita al concorso". Niente a che vedere con i talent show cui ci siamo da tempo abituati. "Volevamo evitare a tutti i costi quel format. Insomma, niente dilettanti allo sbaraglio, niente fenomeni da baraccone, ma giovani talenti vocali. E ne abbiamo tanti".

Una sorta di XFactor della lirica? "Diciamo di sì, ma nel senso migliore del termine - osserva il conduttore. Vogliamo sia dare la possibilità di andare davanti ad una ribalta prestigiosa che dimostrare che dai 15 ai 31 anni (il range di età per partecipare al concorso) si possono avere dei talenti sorprendenti. 

Sul perché la Rai abbia aspettato 30 anni e più - il programma la Barcaccia è più longevo del Maurizio Costanzo Show -  per dare voce ai giovani talenti della lirica è presto detto. "Alle volte - spiega Stinchelli - il pericolo maggiore che corre il servizio pubblico è quello di impigrirsi e di sedersi sugli allori. Travolti da un buon ventennio di tv generalista e talk show più sul genere del varietà frivolo, abbiamo messo da parte l'opera, considerata da sempre "di nicchia", ma che invece è l'humus culturale italiano". Da qui la sfida, grandissima, che Radio Rai si pone. "Vogliamo dimostrare che ci sono ragazzi che si dedicano a questo perché hanno talento e che il nostro deve essere il Paese del melodramma". Del resto - scherza - i melodrammi li viviamo quotidianamente soprattutto in questo periodo. Manca giusto la musica di Rossini in sottofondo". 

Ruolo decisivo nel riscoprire oltre all'importanza dei giovani anche la funzione divulgativa della radio lo ha avuto la pandemia. "Gli italiani chiusi nelle loro case hanno ripreso ad utilizzato la classica compagna di strada e noi de "La Barcaccia" abbiamo capito che bisognava concentrarsi sulla bellezza, sul fatto che a casa c'erano tante persone che studiavano per aprirsi al mondo. E la musica è senza dubbio la cosa più vitale più sana che c'è. In un momento di malattia, conclude Stinchelli, abbiamo puntato sulla "sanità".

Insomma, largo ai giovani e alla cultura per far ripartire un Paese "malato". Al concorso possono partecipare i cantanti lirici tra i 15 e i 31 anni. Per iscriversi - fino al 26 novembre 2021 - basta leggere il bando sul sito ( scarica il regolamento)

Dove e quando. Vincitori e premi

Gli iscritti al concorso, potranno, a partire dal 15 dicembre 2021 fino al 21 giugno 2022, esibirsi, ‘confrontarsi’ e divertirsi in un contest in diretta ogni mese durante un live dalla Sala A di via Asiago 10. Ogni serata si esibiranno sei candidati: il vincitore o la vincitrice parteciperà alla serata finale, il 21 giugno, in occasione della Festa della Musica, durante la quale verrà nominato il vincitore o la vincitrice della manifestazione. La vincitrice o il vincitore sarà inoltre protagonista di un recital operistico trasmesso in diretta da Radio3.  

Accanto a Enrico Stinchelli ci sarà sempre Michele Suozzo

A giudicare le nuove voci, 36 per l’esattezza, saranno nomi prestigiosi del mondo dell’opera e dello spettacolo. Padroni di casa saranno appunto Enrico Stinchelli e Michele Suozzo, storici conduttori del programma "La Barcaccia"