All'Arena di Verona 126 artisti per la Settimana della Musica

All'Arena di Verona 126 artisti per la Settimana della Musica
di Askanews

Roma, 31 ago. (askanews) - Centoventisei artisti, 263 musicisti, 297 personale dello staff, tra collaboratori, truccatori, parrucchieri, manager, 160 tecnici specializzati, 315 personale della sicurezza, 322 personale dei servizi locali, 58 tecnici specializzati in streaming: in totale 1.415 lavoratori impiegati. Sono i numeri della "Settimana della Musica - Da Verona accendiamo la musica", in programma all'Arena di Verona, dal 2 al 6 settembre, e in diretta in prima serata su Rai1 condotto da Carlo Conti e Vanessa Incontrada.Dodici le ore di intrattenimento su Rai1, 5 ore di streaming per "Heroes", e 10 ore di copertura radio tra dirette e collegamenti. Per la prima volta non saranno gli artisti a essere premiati, ma saranno loro a dedicare simbolicamente la propria presenza e le esibizioni ai lavoratori dello spettacolo. Ed è così che i "Premi della Musica" diventano i "Premi DALLA Musica", un riconoscimento a tutti i musicisti e ai lavoratori dietro le quinte che, anche adesso che il mondo si sta preparando a ripartire, continuano a rimanere sospesi e invisibili."Verona è una seconda casa - ha detto Carlo Conti alla conferenza stampa di presentazione - è un evento che rappresenta la ripartenza della musica, è giusto che avvenga su Rai1 e che avvenga dall'Arena di Verona. E' il nostro modo per fare qualcosa di concreto per i tanti lavoratori dello spettacolo che sono stati penalizzati dalla pandemia. Tutti i cantanti hanno aderito al progetto e gli introiti saranno devoluti ai lavoratori del mondo dello spettacolo che è in crisi"."La vera protagonista è la musica - ha detto Vanessa Incontrada - lo è sempre stata, ma questa volta lo è ancora di più". "Sono molto emozionato di essere qui anche per questa veste nuova, da presentatore - ha detto da parte sua Nek -. La musica deve ripartire".All'Arena di Verona il pubblico ci sarà. "Ci sarà circa 4mila persone - ha spiegato Ferdinando Salzano, patron della Friends&Partners, e tra gli organizzatori dell'evento assieme a Clemente Zard di Vivo Concerti e Roberto De Luca di Live Nation -. Era importante che ci fosse il pubblico e il numero delle presenze conferma che il pubblico ha voglia di live. Ovviamente saranno impiegati tutti i protocolli nazionali anti-Covid, compreso il controllo della temperatura e i presidi sanitari".Salzano da parte sua ha stigmatizzato la riapertura delle discoteche: "una mancanza", ha detto, "che ci ha riportato indietro di cento passi". (Segue)