Claudio Baglioni, il concerto per superare il dolore e finalmente il premio più ambito

TiscaliNews

In una L'Aquila ancora emozionata dalla straordinaria presenza di Papa Francesco è arrivato con un inno di gioia carico di significati simbolici Claudio Baglioni con lo spettacolo “Pace a noi”. L'evento di chiusura della 728/a Perdonanza celestiniana è andato in scena al Teatro del Perdono, allestito per l’occasione di fronte alla Basilica di Collemaggio. Una serata unica, la perfetta conclusione di un’edizione che resterà nella storia, ha visto protagonista una delle voci più importanti del panorama musicale italiano.

Baglioni ha voluto fortemente essere all’Aquila per donare al pubblico presente uno spettacolo pensato unicamente per questa manifestazione, diventata Patrimonio Immateriale Culturale dell’UNESCO nel 2019. Baglioni ha messo a disposizione il suo vasto ed emozionante repertorio accompagnato dall’Orchestra del Conservatorio “Alfredo Casella” dell’Aquila. L’evento sold out in poche ore dimostra la grande attesa degli aquilani per l’arrivo di questo artista straordinario.

La Perdonanza Celestiniana ogni anno trasforma la città in un sorprendente palcoscenico a cielo aperto. Una distesa di persone a perdita d'occhio ha assistito a un viaggio indimenticabile sulle note dei grandi successi di Baglioni: Io sono qui, Avrai, Ninna nanna, Dagli il via, Poster, E adesso la pubblicità, ma anche Pace, il suggestivo pezzo che ha ispirato il titolo di questa serata. “Pace a Noi” dunque non è stato solo un grande spettacolo, ma un momento di confronto e di aggregazione per riflettere attraverso l’arte e la musica su temi fondamentali come la “pace” il “perdono” sulle note di successi indimenticabili, colonna sonora di intere generazioni. Un grande abbraccio alla cultura e a tutto il territorio aquilano. Durante la serata il Sindaco dell'Aquila Pierluigi Biondi e il vicesindaco Raffaele Daniele hanno consegnato un omaggio a Claudio Baglioni in segno di grande stima da parte di tutta la cittadinanza.

Con il concerto di Claudio Baglioni si conclude il calendario artistico e culturale della 728° Perdonanza Celestiniana, ma solo per il 2022.

La prima volta con il premio Tenco

Claudio Baglioni è uno dei sette artisti che riceveranno il Premio Tenco 2022, l’ambito riconoscimento assegnato dal 1974 alla carriera degli artisti che hanno apportato un contributo significativo alla canzone d’autore mondiale.

Insieme al cantautore riceveranno il premio al teatro Ariston di Sanremo: Alice, Gualtiero Bertelli, Angelo Branduardi, Fabio Concato, Giorgio Conte e Mike McDermott.

Ecco la motivazione che ha accompagnato la scelta: 

"Di raffinata scrittura musicale, Claudio Baglioni, sin dalla fine degli anni Sessanta ricerca attraverso la canzone quell’attimo di eterno che tramite l’arte sappia descrivere la vita, per “battere il tempo a tempo di musica”. Ha cantato le storie minime che sono di tutti e i grandi temi dell’uomo, quando con la sua Trilogia dei colori ha cercato risposte a domande universali. Suo il disco italiano più venduto di sempre (La vita è adesso), sua la canzone del secolo (Questo piccolo grande amore), e una ricerca continua nei live, fino all’evento totale al Teatro dell’Opera di Roma. Suo il ponte umano costruito con O’Scia, a Lampedusa, lì dove serve essere presenti, dove la musica si fa canto, fiato, afflato, reale mano tesa verso l’altro".