Casadilego: "Body shaming? Amo il mio corpo. Non sollevate una questione sulla mia immagine"

Canta, incanta, vince. E soprattutto non ha nessuna intenzione di farsi “usare” dalle polemiche social e dai polveroni mediatici. Casadilego ad appena 17 anni mostra una consapevolezza e una maturità fuori dal comune. Il talento, poi, è indubbio. Le sono bastati pochi minuti per diventare il “caso” di questo X-Factor: la sua versione struggente di “A Case of You”, brano meraviglioso di Joni Mitchell, ha immediatamente folgorato tutti i giudici (strappando addirittura qualche lacrima al “duro” Manuel Agnelli), che si sono ritrovati davanti questa ragazza dai capelli verde-blu che inevitabilmente richiama il suo idolo, l’americana Billie Eilish. Da allora il cammino verso il trionfo di Casadilego è sembrato segnato, anche se fino all’ultimo la band rock dei Little Pieces of Marmelade le ha dato filo da torcere.

All’indomani dalla vittoria  Elisa Coclite, questo il suo vero nome, è apparsa ancora un po’ frastornata dalle tante emozioni, ma anche molto consapevole di sé e dei suoi obiettivi. Il suo nome d’arte è la traduzione in italiano di un brano del suo amatissimo Ed Sheeran, “Lego’s House” e lei, all’ipotesi di un duetto con lui, scherza così: “Se volete fargli uno squillo io sono pronta”. Nata  a Bellante, in provincia di Teramo, studia pianoforte classico da quando aveva 5 anni: “Sono crescuta in una famiglia di musicisti e il mio padrino di battesimo, Peppino, è stato ed è tutt’ora mio maestro di musica e di vita. Non vedo l’ora di tornare alle lezioni di pianoforte classico”, racconta. E a chi le chiede a chi voglia dedicare la sua vittoria, risponde entusiasta: “Al mio coach Manuelito, (Hell Raton, ndr), alla sua crew e a tutte le ragazze Under Donne. Per me sono state come sorelle”.

Sul suo futuro le idee sono chiarissime: “Vivrò di musica, perché senza musica non posso nemmeno sopravvivere. Non ho paura di essere dimenticata e di non avere successo, perché per me questa non è la cosa essenziale. Ciò che conta è che io possa esprimermi con la musica. Ed è quello che farò di sicuro”.

A Casadilego, quando è stata oggetto di body shaming, Emma Marrone ha rivolto delle parole fortissime e molto significative: “Alla tua età avere questo timore nel guardarsi allo specchio significa che c’è ancora qualcosa di sano in questa società. Vorrei prestarti i miei occhi per farti capire quanto è bello guardarti da fuori, quanto è bello vedere una donna sana, pulita, una donna  con la d maiuscola e con una integrità che non sia omologata da Instagram, da Tik Tok e da tutta quella merda che ci propinano. Fammi solo una promessa, non cambiare”. E lei oggi commenta così queste parole: Emma è una delle persone con più cuore sulla faccia di tutta la Terra. Il suo intervento mi ha emozionata, ma tutto quello che si è mosso dopo è una cosa che non mi interessa assolutamente, una cosa che è stata ingigantita in maniera folle. La tua immagine viene spiattellata dappertutto in un attimo e questo ti fa strano. Ma io sono molto body positive. Amo il mio corpo e il corpo di tutti perché vuol dire che siamo vivi e questo è un incredibile dono. Non vorrei che si sollevasse una questione sulla mia immagine perché è l’unica cosa che non mi importa”. Garantito che sentiremo molto parlare di lei.