Pansa, il libro postumo L'Italia si è rotta

Pansa, il libro postumo L'Italia si è rotta
di Ansa

(di Mauretta Capuano) (ANSA) - ROMA, 30 GIU - GIAMPAOLO PANSA, L'ITALIA SI E' ROTTA (RIZZOLI, PP 256, EURO 18). Guardava al futuro, in uno scenario che si spinge fino alla fantapolitica, Giampaolo Pansa nel suo libro, rimasto incompiuto, 'L'Italia si è rotta', che esce postumo, il 30 giugno per Rizzoli. A sei mesi dalla sua morte, avvenuta il 12 gennaio 2020, arriva in libreria con la prefazione della moglie, Adele Grisendi, che lui considerava sua co-autrice, e uno scritto di Pietrangelo Buttafuoco, 'La Turandot di Giampaolo Pansa'. "Era concepito come un libro un poco 'pazzo', dove si mescolavano vita privata e vicende pubbliche" spiega la Grisendi. Il narratore, vero protagonista del libro, è un giornalista avanti negli anni, alter ego di Pansa, che vive a Roma e racconta la deriva dell'Italia a cominciare dal 2020, anno bisestile e maledetto. Al libro "che esce nella forma in cui Giampaolo lo ha lasciato" come spiega la Grisendi, Pansa si era dedicato dai primi mesi del 2017, poi lo aveva interrotto per occuparsi del 'Dittatore', pubblicato nel giugno 2019, e lo aveva ripreso nell'estate di quell'anno "ridefinendo il progetto e proiettandolo fino al 2022-2023". Il titolo che aveva scelto il giornalista era 'Accadde domani. Come andrà a finire in Italia 2020-2022' come mostrano gli schemi di revisione e le note di lavoro di Pansa riportate negli apparati. L'Italia appare un territorio abbandonato a se stesso, nel totale degrado sociale e civile, dove gli anziani sono lasciati in balia di teppisti giovanissimi e dove buona parte dei politici sono degli irresponsabili che urlano proclami irrealistici. "Il nostro è un Paese perduto. Travolto dalla cattiva politica, da partiti e governi incompetenti e corrotti dalla brama di potere. Sempre più diviso tra ricchi e poveri. Guastato dalle ruberie di personaggi pubblici e privati e dall'inosservanza delle leggi da parte di molti. In questi ultimi anni mi sono sempre più spesso domandato: che cosa ci accadrà domani? I miei ultimi lavori guardavano al passato, questo si spinge nel futuro" sono tra le parole di Pansa, giornalista, inviato ed editorialista dei principali quotidiani e settimanali italiani, autore di numerosi saggi e romanzi di grande successo, nel primo capitolo del libro. Pansa descrive l'Italia sottosopra con scenari di fantapolitica in cui immagina la morte di Berlusconi con esequie "turbate da una banda musicale in camicia rossa", l'uccisione di Ezio Mauro in una villetta a Dronero e una serie di sequestri tra i quali quello del direttore del 'Corriere della sera', un "manager esperto di finanza: Antonio Travolta, quarantadue anni, che dalla primavera del 2013 aveva preso il posto di Ferruccio de Bortoli". In cui immagina che Carlo De Benedetti sia il nuovo capo dello Stato, che Rosy Bindi si sposi e diventi la marchesa di Tacco e Nichi Vendola si innamori di Agata, una ventenne apprendista parucchiera e la sposi. Seguendo la realtà e i percorsi della fantasia, ogni capitolo è il risultato di storie vere, inventate, a metà, dove troviamo anche il generale Silvestro Rambaudo alla guida del Governo quando la "Casta si dissolve". Ci sono il 'Partito delle Donne', la 'Lega delle badanti' ma anche una tenera 'Lettera al figlio' Alessandro la cui scomparsa improvvisa a 55 anni, l'11 novembre 2017, ha costretto Pansa a "prendere atto di alcune verità". Come sottolinea Buttafuoco nella postfazione "è il 2022 nella previsione offerta da Pansa, e il 'Nord sta peggio del Mezzogiorno'. "Quel che il foglio di Pansa descrive ha una sorprendente corrispondenza con la realtà ancora di là da venire. Il Nord, appunto: Codogno, Bergamo, la stessa Milano, l'intero sistema Lombardia. Arrivano i mesi del lockdown e, se non è profezia, è quantomeno presagio" scrive Buttafuoco che sottolinea anche come nel libro non sia il virus ma una colossale nevicata a paralizzare l'Italia. E, insieme ai vecchi, le prime vittime degli effetti nefasti della crisi politico-economica sono gli italiani onesti e le donne, massacrate da mariti e compagni violenti. Il libro sarà presentato il 7 luglio su Zoom in un evento organizzato dall'Università di Pavia e dall'Associazione Laureati dell'UniPV, con interventi fra gli altri di Carlo Rossella, presidente Associazione Laureati, di Antonio Polito, editorialista del Corriere della Sera e di Pier Luigi Vercesi, inviato speciale del Corriere della Sera e la testimonianza di Adele Grisendi. (ANSA).