"Magari", tre fratelli e l'idea di famiglia di Ginevra Elkann

di Askanews

Roma, 20 mag. (askanews) - Arriva il 21 maggio su Rai Play "Magari", opera prima di Ginevra Elkann interpretata da Riccardo Scamarcio e Alba Rohrwacher. Il film è una commedia sentimentale che racconta la storia di Alma, Jean e Sebastiano, tre fratelli, molto legati tra loro, che da Parigi, città in cui vivono con la madre, si ritrovano catapultati a Roma dal padre. Lui è un italiano assente, anticonformista e completamente al verde, che non ha alcuna idea di come badare a se stesso e deve pian piano creare un legame quotidiano con i figli.Per la regista "Magari" ha uno spunto autobiografico ma soprattutto parla delle emozioni e delle piccole cose dell infanzia che riguardano tutti, e che fanno gli adulti che siamo. Il punto di vista del film è quello di una bambina che sogna che i genitori tornino insieme e nella confusione cerca di costruire i suoi spazi di normalità, divertimento, di gioco. Per Elkann la piccola Alma ha una sua idea di famiglia, di felicità e infelicità: il suo lavoro è stato quello di raccontare lei e tutti i personaggi, le loro aspirazioni, i loro sentimenti, in maniera minuziosa.Questo film fatto di emozioni, svelate o intuite, di atmosfere sospese, di normalità nella straordinarietà, esce in streaming anziché in sala a causa del lock-down, ma per Elkann questa è un occasione, dal momento che tutti siamo tornati a confrontarci da vicino con le nostre famiglie.