Kenneth Branagh alla festa di Roma: vi presento "Belfast"

di Askanews

Roma, 21 ott. (askanews) - "Belfast" di Kenneth Branagh è il primo sold-out delle matinée dedicate ai ragazzi delle scuole da Alice nella Città. L'atteso nuovo film del regista britannico, già vincitore del premio del pubblico al Toronto Film Festival, viene presentato giovedì 21 ottobre, in coproduzione ad Alice nella Città, la sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma diretta da Fabia Bettini e Gianluca Giannelli, e alla Festa del Cinema, con una proiezione riservata agli studenti in mattinata e una per il pubblico in serata.Kenneth Branagh, non ha potuto essere fisicamente a Roma per l'anteprima del suo "Belfast", ma ha voluto comunque mandare un videomessaggio al pubblico di Alice nella Città e della Festa del Cinema: "È la storia di qualcosa che mi è capitato quando avevo nove anni e che ha cambiato la mia vita per sempre - dice il regista -. Ha anche cambiato quella di molti in modo talmente profondo che riecheggia ancora oggi. Una storia che volevo raccontare da cinquant anni. Anni in cui i suoni della città, che possono spezzare il cuore ma anche scaldarlo con il suo humor, mi hanno occupato la mente. Dopo mezzo secolo, si doveva prestare attenzione e all inizio del lockdown ho ascoltato veramente e ho scritto quello che ho sentito. Voi pubblico - ha proseguito - siete la ragione per cui faccio film. È davvero semplice. Questi eventi avvengono in una grande città del nord, in Irlanda, molti anni fa, in un luogo chiamato Belfast".Scritto e diretto dal candidato all'Oscar Kenneth Branagh e interpretato da Caitriona Balfe, Judi Dench, Jamie Dornan, Ciaràn Hinds, Colin Morgan, Lara McDonnell, "Belfast" è una storia di amore, risate e perdite nell'infanzia di un ragazzo, tra la musica e il tumulto sociale della fine degli anni '60 a Belfast nell Irlanda del Nord. Buddy, nove anni, è circondato da un mondo fatto di lotta di classe e stravolgimenti culturali. Mentre esplodono i Troubles, ovvero il conflitto tra i cattolici repubblicani e i protestanti unionisti, Buddy sogna un futuro lontano dalla violenza, e trova conforto in una gioiosa famiglia. Ma intanto i contrasti si acuiscono, e la famiglia di Buddy dovrà scegliere se attendere che gli scontri finiscano o iniziare una nuova vita."Belfast" "è un viaggio nella memoria che Kenneth Branagh trasforma in racconto autobiografico fatto di momenti spensierati e intensi che ricostruiscono la sua storia di formazione nella città natale con un cast di interpreti d eccezione - dicono Fabia Bettini e Gianluca Giannelli -. Il film rimanda alla grande letteratura ottocentesca di Dickens o di certa tradizione di fiabe classiche, che aggiungono quella serietà assoluta, in cui sono maestri unici i bambini".