I Meduza si raccontano prima dell'esibizione a X Factor

di Askanews

Roma, 7 dic. (askanews) - Sono il trio dei record. Dopo aver scalato le classifiche globali con oltre 15 miliardi di stream totali e più di 900 milioni di views su YouTube (conquistando con "introducing Meduza" la classifica dei 20 album più streammati del 2021), i Meduza, i producer Mattia Vitale, Simone Giani e Luca De Gregorio, tornano a far ballare alla finalissima di X Factor, protagonisti dell'opening al Forum di Assago."Diciamo che siamo persone abbastanza normali, non abbiamo vizi da star, viviamo veramente il sogno ma cerchiamo di viverlo in modo tranquillo".Oltre 135 dischi di Platino e Diamante per il gruppo di musica house made in Italy. Il loro singolo più recente è "Bad Memories" x James Carter ft. Elley Duhe & Fast Boy, nel 2022 hanno conquistato i migliori dancefloor mondiali con un tour di oltre 70 date."Ci sono dei ruoli ma la cosa bella è che sono intercambiabili, partiamo dalla produzione, che magari è il lato più tecnico ma siamo tutti e tre produttori, ci intercambiamo, c'è chi propone idee, suoni, parole, testi, mentre per il dj set Mattia sicuramente è il dj frontman, ma non c'è un vero ruolo specifico, anche quello secondo me è il bello".E anticipano qualcosa sull'esibizione a X Factor (la finale si potrà seguire su Sky, in streaming su NOW e in chiaro su TV8): "Cercare di superare la paura dell'altezza, le vertigini, ed è già uno spoiler, saremo vestiti molto bene, bisogna guardare la puntata però, ho già detto troppo".