Giovanni Floris "soffia" Massimo Giannini e si vendica contro la Rai

"Ho sempre stimato Giannini e gli ho offerto di diventare ospite fisso a "DiMartedì. "Ballaroò" sepolto dalla rai? "Nella mia mente "Ballarò" siamo noi"

di Cinzia Marongiu   -   Facebook: Cinzia su Fb

“Sì, è vero, ospiterò in studio fin dalla prima puntata Massimo Giannini. L’idea è quella di averlo ospite fisso a “DiMartedì”. Per ora posso dire che ci sarà per un mese, poi vedremo. Massimo sta anche trattando con la Rai per il suo nuovo programma”. Giovanni Floris ha l’aria serena e sorridente che sfoggia sempre anche in tv. Ma stavolta il giornalista che, con il suo programma di approfondimento tornerà il 13 settembre in prima serata su La7, ne ha validi motivi. Perché è difficile immaginare una nemesi più perfetta di quella che lui ha appena realizzato. Ovvero, dopo aver combattuto contro la sua stessa creatura, "Ballarò" in mano appunto a Giannini, e averla superata in termini di ascolti per ben 16 volte durante la scorsa stagione, ora soffia alla matrigna Rai il conduttore che gli aveva opposto, e cioè lo stesso Giannini, e infine vede la Raitre di Daria Bignardi mettere in soffitta il format "Ballarò" nel tentativo di acciuffare qualche spettatore con "Politics". Floris, da par suo, non infierisce e spiega: "Ho sempre avuto grande stima di Massimo Giannini, un giornalista che sa approfondire e che ha una competenza fuori dal comune. Oltre ad avere avuto in questi ultimi anni un grande coraggio professionale. Ecco perché l'ho sempre invitato al mio "Ballarò" quando ero in rai ed ecco perché sono felixce di riaverlo a "DiMartedì. La sua situazione è in fase di definizione. Si sta cercando un equilibrio contrattuale. Vedremo".

In quanto a "Ballarò", Floris rivendica: "Il nome non me lo riprenderei perché appartiene alla Rai. ma nella mia mente e mnella mente di chi lavora con me "Ballarò" ha sempre continuato a esistere. "Di Martedì" è fatta da tutti gli autori, gli inviati e gran parte della redazione di "Ballarò" più alcuni nuovi innesti . Nella nostra mente "Ballarò" non è mai finita. Però lasciatemi dire che "DiMartedì", con il suo sguardo sulla politica, sull'economia, sui consumi, sulla scienza e sulla cultura, è più ricca, più bella, più flessibile e moderna. Insomma siamo orgogliosi di essere stati "Ballarò", così tanto da averla portata nella nostra mente su La 7" e averla migliorata". Nella video-intervista concessa a Tiscali, Floris parla anche dell'impiego (a tempo determinato?) di Maurizio Crozza, del ritorno in Rai di Michele Santoro ("Non vedo l'ora di vedere il suo programma. Oltre a essere un giornalista bravissimo, è un uomo pieno di idee. E credo che finalmente abbia la possibilità di sbizzarrirsi"), dell'ospite dei suoi sogni e di Virginia Raggi (nei suoi confronti non c'è accanimento ma solo molta attenzione come è giusto che sia").