Carezze alle pietre, laboratori per bambini, grandi concerti e la musica classica: Sant'Arte in memoria di Sciola

Dal 7 al 10 agosto nel suggestivo Giardino Sonoro creato a San Sperate dallo scultore scomparso, un ricco programma che accorcia le distanze creative dopo mesi di lockdown. Tiscali è media partner dell'evento

Pinuccio Sciola fra le sue celebri pietre sonore
Pinuccio Sciola fra le sue celebri pietre sonore
di Cr.S.

Costellazioni sociali. Come un'insieme di piccole galassie che trovano il modo di riunirsi in nome dell'arte e della creatività mentre ancora tutti stiamo smaltendo i postumi del duro lockdown che ci ha trasformati in forzati a casa nostra. Parte con questo tema la terza edizione Sant'Arte, il festival organizzato a San Sperate nell'ambito del suggestivo Giardino Sonoro progettato da Pinuccio Sciola e concepito come museo all'aperto. Il programma si svolge dal 7 al 10 agosto, con la direzione artistica di Maria Sciola, realizzato dalla Fondazione Sciola e promosso dal Comune di San Sperate e dalla Fondazione di Sardegna. Undici gli appuntamenti in programma, con una forte presenza di eventi musicali, in onore della nuova location del festival, e con iniziative dedicate sia ai bambini che ai più grandi. Tiscali è media partner del festival.

Scaldare i motori

Nelle parole della direttrice artistica Maria Sciola: "Oggi, nel tentativo di riprendere le attività dopo le importanti azioni di distanziamento sociale per il contenimento del Covid-19, il valore delle azioni plurali nel rapporto territorio-comunità acquista maggiore significato. Dopo i mesi di lockdown, imposti dall’emergenza sanitaria, nasce la possibilità di ripensare a scenari futuri di fruizione dell’arte contemporanea". Con questa filosofia ad animarlo, il festival Sant'Arte comincia venerdì 7 agosto, alle 21.30 con Una notte all’opera, concerto a cura della Fondazione Teatro lirico di Cagliari con musiche di Verdi, Donizetti, Puccini. Nel Giardino Sonoro si esibiranno il soprano Elena Schirru, il mezzo soprano Martina Serra, il tenore Mauro Secci e il baritono Francesco Leone, accompagnati al pianoforte da Francesca Pittau.

Entrare nel vivo

Sabato 8 agosto si ricomincia alle 11 con Un punto, una stella e…, laboratorio per bambini a cura di Beba Restelli. Un modo creativo e gioioso di rispondere a domande come: Cos’è un punto? Un inizio o una fine? Un occhio o un microbo? Dall'esito del laboratorio nascerà un libro. Alle 20 la performance artistica Aequanox, di e con Rosaria Straffalaci e Pietrina Atzori. All'alba di domenica 9, alle 7 del mattino, spazio ai suoni ambient di Perry Frank con il titolo The Sound Of Dawn. Il chitarrista sulcitano mette insieme le sue suggestioni per autori come Eno e Fennesz. Alle 10 l'incontro con gli allievi del compianto Pinuccio Sciola: Silvia Murruzzu, Maria Sciola, Federico Soro, Gian Leonardo Viglino dialogheranno con Leonardo Boscani, Robert Carzedda, Aldo Casti, Giulia Casula, Vincenzo Ganadu, Carlo Salvatore III Laconi, Cinzia Porcheddu, Maria Jole Serreli, Grazia Sini, Rosaria Straffalaci. Alle 20:30 il concerto Rooms to Explore, suoni a lume di candela con Andrea Granitzio, Flavio Manzoni ed Emanuele Contis

Gran finale

Lunedì 10 agosto alle 10 ecco l'installazione del collettivo di ceramisti Cielo infinito, guidato dall’artista Jubanna e dall’associazione Peter Pan Onlus. A seguire, la presentazione del libro Giocare con la natura - A lezione di Bruno Munari. Il volume sarà presentato dall'autrice Beba Rastelli che dialogherà con Laura Bosio. Importante il dialogo in programma alle 20 con il presidente del Distretto aerospaziale della Sardegna, Giacomo Cao e Daniela Pani, componente del Comitato Tecnico Scientifico dell’azienda aerospaziale che saranno i protagonisti di una affascinante serata dal titolo emblematico Space and Stones - dialogo attorno alla Memoria dello Spazio. Finale del festival Sant'Arte con Carezze alle pietre, concerto di Paolo Angeli e la sua chitarra sarda preparata. 

In adempimento alle misure sanitarie vigenti per contrastare l’emergenza coronavirus il numero dei posti per ogni evento sarà limitato. La prenotazione è obbligatoria tramite email a: festivalsanterte@gmail.com. Biglietti disponibili su Eventbrite. Info e costi +39 324 5875094. www.santarte.it - www.fondazionesciola.it.