Mostre: omaggio Maranghi a De André, 'Mastica e sputa'

Mostre: omaggio Maranghi a De André, 'Mastica e sputa'
di Ansa

(ANSA) - PISA, 12 FEB - L'arte di Giovanni Maranghi approda alla Chiesa della Spina, il centro espositivo nell'ex luogo di culto in stile gotico adagiato sulla sponda dell'Arno nel cuore di Pisa, con una mostra personale curata da Riccardo Ferrucci. L'artista fiorentino presenta un'installazione pittorica dedicata alla donna. 'Mastica e sputa' è il titolo dell'esposizione, liberamente tratto dalla canzone di Fabrizio De André 'Ho visto Nina volare'. "Con la mostra di Giovanni Maranghi - dice l'assessore alla cultura, Pierpaolo Magnani - prosegue l'attività espositiva alla Chiesa della Spina con un autore toscano tra i più affermati anche a livello internazionale. La mostra ha un sapore particolare perché i tre dipinti sono dedicati a De Andrè e in particolare alla canzone 'Ho visto Nina volare': un bel 'dialogo' tra un raffinato artista toscano e uno dei grandi poeti del nostro tempo". Le opere di Maranghi saranno esposte da oggi al 2 marzo e l'ingresso è gratuito (da mercoledì a venerdì dalle 11 alle 17 e l'accesso alla struttura è consentito a un massimo di 20 persone alla volta). Per aperture fuori dagli orari indicati è possibile fissare un appuntamento per una visita privata contattando la Casa d'Arte San Lorenzo allo 0571 43595 o scrivendo una mail a galleria@arte-sanlorenzo.it . "Ho sempre cercato - spiega Maranghi - di essere un attento osservatore di tutto ciò che mi si presentava davanti. Usando una metafora non mia, potrei dire: mangia il tutto, masticalo bene, trattieni ciò che è buono per te, sputa il resto. Questo mi ha ricordato il refrain, 'mastica e sputa0 del brano di De André che ho preso in prestito per questa mostra". (ANSA).