Venezia, a Settimana della Critica "Non odiare" e "The Rossellinis"

Venezia, a Settimana della Critica 'Non odiare' e 'The Rossellinis'
di Askanews

Roma, 21 lug. (askanews) - Saranno sette i film in concorso alla 35.Settimana Internazionale della Critica a Venezia, compreso un italiano, "Non odiare" di Mauro Mancini con Alessandro Gassmann, che affronta il tema dell'antisemitismo. I due eventi speciali saranno, in apertura, "The book of vision" di Carlo S. Hintermann, film visionario, poetico, lirico, e in chiusura "The Rossellinis", diretto da Alessandro Rossellini. Il primo nipote del grande regista Roberto affronta con ironia la saga della propria famiglia, oltre il mito, obbligando i parenti a una sorta di terapia familiare davanti alla macchina da presa.Quest'anno la Settimana della Critica arriverà a Venezia, durante la Mostra del cinema, dal 2 al 12 settembre, con le stesse caratteristiche degli anni scorsi: il concorso con sette opere prime e la sezione Sic@Sic con sette cortometraggi italiani, che riflettono in maniera diversa i cambiamenti dell'Italia. Alla presentazione del programma a Roma il Presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Franco Montini ha auspicato che "Venezia diventi la pedina per rilanciare il settore, riporti l'attenzione sul cinema, per far riaprire le sale e far uscire nuovi film".Gli altri lungometraggi in concorso, presentati dal Delegato generale SIC Giona A. Nazzaro, sono: "50 or two whales meet at the beach", del messicano Jorge Cuchi, su crisi e aberrazione dei giovani, "Ghosts" della giovanissima regista turca Azra Deniz Okyay, ambientato a Istanbul, "Bad roads" della regista Natalya Vorozhbyt, film a episodi sulla guerra in Ucraina, "The flood won't come" di Marat Sargsyan, sempre sulla guerra, il poliziesco urbano danese "Shorta" di Anders Ølholm e Frederik Louis Hviid, l'americano "Topside" su una ragazza madre, della coppia Celine Held e Logan George.I cortometraggi eventi speciali della Sic@Sic sono, in apertura, "Les aigles de Carthage" di Adriano Valerio e, in chiusura, "Zombie", di Giorgio Diritti, regista di "Volevo nascondermi", che ha appena vinto il Globo d'oro come miglior film e sarà nei cinema dal 19 agosto.