Gianni Morandi al settimo cielo: "Mi chiamano tutti come se avessi vinto l'Oscar"

In una delle scene clou del film che ha trionfato agli Academy Awards c'è qualche secondo di "In ginocchio da te", celebre successo del cantautore

TiscaliNews

C'è un pezzo di Italia nella vittoria di "Parasite" il capolavoro di Bong Joon-ho che ha trionfato agli Academy Awards ((miglior film, miglior film in lingua non originale, miglior regia, miglior sceneggiatura originale), In una delle scene clou del film c'è infatti qualche secondo di "In ginocchio da te", indimenticato successo di Gianni Morandi. Il cantautore lo aveva peraltro già sottolineato sui suoi social dove aveva scritto: "Nella notte tra il 9 e il 10 febbraio, saranno consegnati i premi Oscar, al Dolby Theater di Los Angeles. Nelle nomination per il miglior film c’è anche 'Parasite', un film coreano, che ha nella sua colonna sonora, una canzone italiana. Guardate qualche immagine e ascoltate la canzone che io conosco bene...", aveva scritto Morandi facendo seguire lo spezzone in questione del film.

Quel pezzo venne arrangiato da Ennio Morricone

"Oggi mi chiamano tutti come se avessi vinto l'Oscar - dice - (sullo sfondo un parco verde )- il film l'ha vinto Parasite. Ma la cosa bella è che in questo film c'è un brano che io ho inciso che non avevo ancora vent'anni. Comunque sono contento: il film è bellissimo e dentro c'è qualcosa di Italiano". "In Ginocchio da te" venne arrangiato dal maestro Ennio Morricone, uno che di Oscar se ne intende. Una delle scene chiave di Parasite, che cambia il tono del film, è scandita da In ginocchio da te. Merito del padre del regista sudcoreano che in casa aveva una discreta collezione di dischi italiani. Quando l'ha scelta, Bong non ne conosceva il testo. "Cercavo un brano rilassante, che mi facesse pensare al sole del Mediterraneo. Non conoscevo le parole, è una coincidenza che nella sequenza i protagonisti siano in ginocchio".