Tiscali.it
SEGUICI

Incidente in moto per Mathieu Kassovitz: il regista e attore di "L'odio" e "Amelie" è grave

Era impegnato in un perfezionamento come pilota ad alta velocità, l'urto è stato tremendo. Poi l'arrivo all'ospedale d'urgenza e il coma

TiscaliNews   
Mathieu Kassovitz (Shutterstock)
Mathieu Kassovitz (Shutterstock)

I film da regista, come il premiato e celebrato L'odio che rivelò come le periferie francesi siano un'eterna bomba in attesa di esplodere definitivamente, o come l'horror d'autore I fiumi di porpora. Ma anche quelli come attore, dal celebre Il favoloso mondo di Amelie fino a Le grand bleu e Il quinto elemento. Mathieu Kassovitz è una delle firme più importanti del cinema francese e non solo. Il regista e attore è rimasto gravemente ferito durante un perfezionamento nella guida di moto ad alta velocità. Le sue condizioni restano gravi anche se nelle ultime ore il quadro si è alleggerito e non sarebbe più in pericolo di vita, ma resta in coma indotto.

Cosa è successo

Mathieu Kassovitz si trovava nell'autodromo di Linas-Monthléry, a Sud di Parigi, per perfezionarsi nella guida motoclicistica, quando ha perso il controllo del suo mezzo. Finito fuori pista ad alta velocità, ha urtato con violenza le barriere di protezione. Il tutto si è svolto sotto gli occhi della figlia, prima a parlare del grave incidente. Kassovitz era ancora cosciente quando è stato portato d'urgenza in ospedale, dove è in coma indotto dai medici e in terapia dopo aver riportato serie fratture al bacino e alle gambe. Sull'accaduto viene svolta un indagine che coinvolge la gestione dell'autodromo in cui era impegnato il regista e attore come allievo pilota. 

TiscaliNews   
Speciale Sanremo 2024
I più recenti
Addio al gigante del cinema Donald Sutherland, il Casanova di Fellini. Il tenero ricordo del figlio
Addio al gigante del cinema Donald Sutherland, il Casanova di Fellini. Il tenero ricordo del figlio
Dolph Lundgren, il terribile Ivan Drago di Rocky IV: Diventai così perché mio padre mi violentava
Dolph Lundgren, il terribile Ivan Drago di Rocky IV: Diventai così perché mio padre mi violentava
Valeria Golino: Pretty Woman dovevo essere io. Julia Roberts mi soffiò due film
Valeria Golino: Pretty Woman dovevo essere io. Julia Roberts mi soffiò due film
Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...