Il 14 dicembre a Roma la premiazione dei Fabrique du Cinéma Awards

Il 14 dicembre a Roma la premiazione dei Fabrique du Cinéma Awards
di Askanews

Roma, 10 dic. (askanews) - Dopo il successo dello scorso anno i tornano i Fabrique du Cinéma Awards, giunti alla quinta edizione. Il concorso internazionale promosso dalla rivista Fabrique du Cinéma che premia le novità e le originalità in campo cinematografico, con un occhio di riguardo per i giovani talenti, si terrà a Roma sabato 14 dicembre alle 21 presso l'Ex Caserma Guido Reni, quartier generale di di Videocittà, il Festival della Visione ideato da Francesco Rutelli e diretto da Francesco Dobrovich. A condurre la cerimonia sarà l'attore Alessio Vassallo, con le attrici Laura Barth e Liliana Fiorelli.Undici i premiati nelle varie categorie. Ad assegnare i riconoscimenti il Presidente di giuria e Premio Oscar Paul Haggis, regista di pellicole di culto come "Crash", "Nella valle di Elah" e sceneggiatore di "Million Dollar Baby" e "Casino Royale". Accanto a lui, Ivan Cotroneo, sceneggiatore e regista di film come "Un bacio" e "La kriptonite nella borsa", gli attori Margherita Buy, Stefano Fresi e Claudio Masenza, istituzione della critica cinematografica. I Fabrique du Cinéma Awards, realizzati con il contributo e il patrocinio della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo - Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, hanno raggiunto numeri da record con 1100 iscritti da 72 paesi. La crescita costante delle iscrizioni da tutto il mondo li conferma come uno dei riconoscimenti più interessanti e originali nel panorama dei premi cinematografici italiani.Per l'occasione verrà presentato anche il nuovo numero della rivista, il 27esimo di Fabrique, come sempre attento ai nomi giovani e giovanissimi: in copertina Saul Nanni racconta il suo passaggio da idolo teen a ruoli drammatici; tre giovani registi, Chiara Marotta, Federica D'Ignoti e Andrea Corsini sono i talenti su cui si scommette per il futuro; anche nel cinema si fa largo una nuova attenzione alla sostenibilità ambientale e se ne parla nel dossier Going Green; Ivan Cotroneo, giurato dei Fabrique du Cinéma Awards, racconta il cinema che lo ha ispirato e quello che spera di vedere nei nuovi autori. Dante Antonelli e Francesco Di Leva portano la voce del teatro contemporaneo, il documentario "Il varco" rilegge in modo personalissimo la grande Storia e sei giovani attori si affacciano al cinema dall'ingresso principale: Francesco Di Raimondo, Lia Grieco, Michele Morrone, Elena Rusconi, Giulia Todaro, Riccardo Manera. Il party post cerimonia sarà aperto dalla band La Rappresentante di Lista.