Giuliana De Sio: "Vi racconto il terrore tra le mura di casa mia"

L'attrice napoletana, finito il periodo di isolamento dopo aver contratto il Coronavirus, racconta la drammaticità dell'esperienza tra le mura domestiche

di M.E.P,

L'isolamento domiciliare imposto alle persone che hanno contratto il Coronavirus ha avuto non poche ripercussioni sulla psiche delle persone più fragili, ma soprattutto tra chi soffre di claustrofobia e non sopporta nemmeno l'idea di essere chiusa tra le pareti della propria casa in completa solitudine. E allora, come è successo a Giuliana De Sio, la battaglia contro il virus diventa una lotta quotidiana contro le proprie paure in primis, esacerbate dal silenzio della solitudine che rende tutto ancora più drammatico. "L’isolamento è stata esperienza più brutta della mia vita, è la cosa peggiore. Sei sola, non puoi fare niente, guardi il soffitto, racconta l'attrice napoletana durante il suo intervento a "La Vita in diretta". Ho acceso la tv una volta, si parlava solo di Coronavirus, mi è venuta un’angoscia e ho dovuto spegnere".

Il pensiero di essere chiusa per me era insopportabile

"Quando togli la mascherina ti accorgi che non respiri bene ed è una sensazione bruttissima - racconta Giuliana De Sio- ho vissuto quei giorni nel terrore". Spiegando cosa l’abbia aiutata a superare quei momenti drammatici, l’attrice napoletana rivela che è stata "la forza della mia testa, solo quello poteva aiutarmi. Ma la lotta più dura di Giuliana De Sio è stata quella con gli attacchi di panico, un disturbo spesso etichettato banalmente come ansia che può compromettere e limitare la vita di chi ne soffre.

L'attrice, che dall'isolamento è per fortuna uscita, deve ora farci i conti: è questa l'eredità che il virus le ha lasciato in dote. "Potevo solo lottare contro questi attacchi di panico, perché non parlavo con nessuno: il protocollo del coronavirus è durissimo, e loro giustamente lo devono rispettare. Nessuno può venire a parlarti, il cibo te lo lasciano nell’interstizio fra una porta e l’altra, che immagino fosse chiusa a chiave", spiega la De Sio. "Io peraltro soffro anche di claustrofobia -aggiunge- quindi il pensiero di essere chiusa era per me insopportabile".

Tra i primi personaggi dello spettacolo ad essere stata contagiata

Giuliana De Sio è stata tra i primi personaggi famosi ad avere contratto il coronavirus. Ricoverata per settimane, aveva deciso di rendere nota la sua storia solo dopo che le sue condizioni erano migliorate. Ora, dopo il periodo di isolamento imposto dal protocollo sanitario, può finalmente dire di esserne uscita. Anche se nella sua mente resterà indelebile il ricordo di qui drammatici momenti vissuti non solo in ospedale ma chiusa tra le pareti di casa sua.