Festa del Cinema di Roma, Pierfrancesco Favino intervista Francesco Totti: attesa febbrile

Sta per partire la 15° edizione con protagonista assoluto Francesco Totti, presente con un doppio appuntamento: la presentazione di "Mi chiamo Francesco Totti" di Alex Infascelli e l'incontro con il pubblico che sarà condotto da Favino

di Redazione Tiscali

La Festa del Cinema di Roma guarda al futuro, e pur nel rispetto delle norme anti-Covid, con red carpet visibile da lontano solo da 600 spetattatori, si prepara ad un'edizione ricca e piena di ospiti. Il direttore artistico Antonio Monda ha annunciato la presenza, fra gli altri, di registi importanti come Steve McQueen, Pete Docter, Thomas Vinterberg, François Ozon, del musicista Tom Yorke, della scrittrice Zadie Smith. Ma l'attesa maggiore è per un romano doc, Francesco Totti, che sarà protagonista di un doppio appuntamento: la presentazione di "Mi chiamo Francesco Totti" di Alex Infascelli e l'incontro con il pubblico, che sarà condotto da Pierfrancesco Favino.

Monda spiega: "Io credo che sia un festival dove l'ottimismo della volontà prevale sul pessimismo della ragione, per citare Gramsci. E' una Festa che voglio che sia allegra, musicale e ispirata a quello che vedete alle mie spalle, amore e solidarietà interraziale".E a proposito dell'attesissima presenza di Totti dice: "Guardi, dobbiamo prepararci, perché ci aspettiamo una grandissima affluenza, una grandissima emozione. Lui si sta divertendo molto, ne sono felice, anzi lo ringrazio, gli sono molto grato".Anche quest'anno, dal 15 al 25 ottobre, la Festa di Roma coniugherà cultura alta e popolare, con film di generi molto diversi.

Saranno 24 quelli della Selezione Ufficiale, fra cui "Small Axe" di Steve McQueen, "Another Round" di Thomas Vinterberg, "Stardust" di Gabriel Range su David Bowie, "Ammonite" di Francis Lee con Kate Winslet, "Supernova" di Harry Macqueen e "Time" di Garrett Bradley. Il film di apertura sarà "Soul" di Pete Docter, quello di chiusura "Cosa sarà" di Francesco Bruni. Nella Selezione Ufficiale ci saranno due film italiani, di due esordienti: "Fortuna" di Nicolangelo Gelormini, ispirato ad una storia vera della periferia di Napoli, con Valeria Golino e Pina Turco, e "The shift" di Alessandro Tonda, la storia di due giovani terroristi a Bruxelles. Particolarmente ricco il programma degli Incontri Ravvicinati: oltre a Francesco Totti che dialogherà con Favino, ci saranno Steve McQueen, i fratelli Fabio e Damiano D'Innocenzo, Gabriele Mainetti che presenterà in prima mondiale alcune scene del nuovo film "Freaks Out", i fratelli Manetti che presenteranno invece 6 minuti dell'attesissimo "Diabolik", François Ozon, Gianfranco Rosi, la scrittrice Zadie Smith, John Waters, Thomas Vinterberg, Thom Yorke.