Festa Cinema, premio carriera a Huppert: nessun ruolo mi fa paura

Codice da incorporare:
di Askanews

Roma, (askanews) - Minuta, in pantaloni bianchi, t-shirt e giacca maschile, Isabelle Huppert è arrivata alla Festa del Cinema di Roma per ricevere il premio alla carriera e incontrare il pubblico.L'attrice francese è una delle icone del cinema mondiale, ha interpretato più di 120 film, diretta da maestri come Bertrand Tavernier, Jean-Luc Godard, Claude Chabrol, Marco Ferreri, i Taviani, Bellocchio, Paul Verhoeven, che l'ha diretta in uno dei suoi ruoli più "scabrosi" nel film "Elle"."Non mi fa paura nessun ruolo, a volte i miei personaggi non sono del tutto normali o si trovano in situazioni difficili ma non occorre coraggio per interpretarli - ha affermato nell'incontro con la stampa -. Tutti i problemi vengono risolti dal regista, le risposte vengono date dal semplice miracolo della regia. Io ho fiducia nel cinema".A proposito del premio che le attribuisce la Festa, l'attrice francese ha detto: "Sono contenta di ricevere questo premio in Italia, mi fa molto piacere, ho avuto molta fortuna qui, ho lavorato con grandi registi italiani, come Bellocchio, Bolognini, Ferreri, Taviani".Un ricordo particolare lo ha rivolto alla sua esperienza proprio con i fratelli Taviani, in particolare a Vittorio, con cui ha girato "Le affinità elettive"."Ho un ricordo straordinario di quel film girato in Toscana, siamo stati in luoghi straordinari - ha affermato - e in più l'intelligenza, l'attenzione, la dolcezza. Ho girato con i due fratelli, persone di un'intelligenza, di una generosità, di un'umanità eccezionali".